Mistero in fondo al lago




Il commissario Kluftinger al castello di Ludwig

Recensione di  Francesco Morra


Autore: Volker Klüpfel e Michael Kobr

Traduzione: Anna Carbone

Editore: Emons Edizioni

Collana: Gialli Tedeschi

Genere: Giallo

Pagine: 346

Anno di pubblicazione: 2019

 

 

 

 

 

 

Sinossi. La vita è piena di sorprese per il commissario Kluftinger. Proprio lui, che mangerebbe spätzle anche a colazione e che detesta persino il cellulare quando gli parla in inglese, ha appena scoperto che Miki, il nome della nuova fidanzata di suo figlio, non è un diminutivo di Michaela, bensì di Yumiko. Proprio così, una giapponese. Come se non bastasse, durante una serena passeggiata in famiglia lungo le sponde di un ameno laghetto di montagna, nei pressi del celebre castello di Ludwig, manca poco che inciampi in un cadavere riverso in una pozza di sangue. L’uomo indossa solo una muta da sub e accanto a lui, nella neve, è tracciato un misterioso disegno. Ma nulla è come sembra, neanche i morti. Mentre una strana reticenza avvolge il passato del lago, le indagini zoppicano. Tra un poderoso raffreddore, la rivalità con quella virago della collega locale e una pioggia di imprevisti, Klufti riuscirà a cavarsela ancora una volta.

 

 

Recensione

Nella tranquilla Algovia vi sono leggende risalenti al Reich. Tesori nascosti e intrighi che ruotano attorno al lago di sangue, l’Alatsee. Il brontolone ma professionalmente impeccabile commissario Kluftinger insieme con la propria famiglia e la nuova ragazza del figlio, si imbatte in una persona supina in un lago di sangue.

La seconda avventura che ha per protagonista Kluftinger, spazia dal presente ad un passato archiviato troppo frettolosamente. Il nostro investigatore dovrà vedersela con anziani taciturni depositari di misteri e con una collega invadente, Friedel Marx, tenendo a bada nel contempo, il suo capo e l’esuberanza dei suoi sottoposti.

Klupfel e Kobr ritornano a raccontarci di una parte meravigliosa della Germania, riuscendo ad ambientare un giallo ricco di pathos con intreccio avvincente e colpi di scena che appassionano il lettore e fanno  scorrere velocemente le pagine, tanto si è impazienti di seguire le peripezie e le brillanti deduzioni del poliziotto di Kempten.

Kluftinger, di cui non ci viene svelato il nome di battesimo, è una persona con alcuni difetti (parsimonioso ai limiti) e molti pregi, quali la pazienza e la raffinata capacità di ascoltare al momento giusto, carpendo le contraddizioni nei discorsi dei suoi interlocutori. Questa è una dote essenziale per le indagini investigative e ne fa un professionista esemplare.

Degno di nota è come controsensi e vicoli ciechi nelle prime parti del romanzo vengano nell’epilogo dello stesso, completamente ordinati in un quadro narrativo esaustivo e coerente.

Il riferimento al nazismo non appesantisce la trama e riesce a non essere retorico, anzi è innovativo, in quanto descrive episodi poco conosciuti e fa emergere ancor di più quanto sia stato devastante quel terribile periodo storico.

I paesaggi innevati, le meravigliose atmosfere del lago dell’Alatsee e della Algovia sono un regalo che ci viene donato. Uno spaccato di vita tedesca e il tutto condito con un protagonista che ci regala sorrisi e a cui ci si affeziona perché personaggio umile ma dotato di una grande forza di volontà.

Una  lettura piacevole che arricchisce il bagaglio di conoscenze del segmento giallo e bisogna ringraziare Emons che ha creato una collana ad hoc, Gialli tedeschi, la quale consente al lettore di immergersi nella vita quotidiana, tradizioni, pregi e difetti teutonici.

A presto Kluftinger, si rimetta presto dal raffreddore che vogliamo leggere altre sue avventure, curiosi di capire in quale modo se la caverà e a cosa andrà incontro!

 

 

A cura di

Francesco Morra

www.youtube.com/user/Vetriera

 

Volker Klüpfel e Michael Kobr (Scheda Autore)


Volker Klüpfel: nato a Kempten nel 1971, una laurea in scienze politiche e storia, oggi vive ad Augusta, dove lavora presso la redazione culturale dell’Augsburger Allgemeine.

Michael Kobr: nato a Kempten nel 1973, ha studiato romanistica e germanistica, insegna in un liceo e vive con la   moglie e le figlie nell’Algovia.

Volker Klüpfel e Michael Kobr sono amici dai tempi della scuola. Dopo il clamoroso successo di Spiccioli per il latte, hanno pubblicato altri sette titoli con il commissario Kluftinger, molti dei quali insigniti dei maggiori premi per la letteratura di genere. Dalla serie sono stati tratti due film tv molto popolari.