Nero Caravaggio




Le indagini del libraio Ettore Misericordia

(Recensione di Antonia Del Sambro)


Autore: Max e Francesco Morini

Editore: Newton Compton

Pagine: 256

Genere: Giallo

Anno di pubblicazione: 2018

 

 

 

SINOSSI. Davanti a uno dei tanti capolavori romani di Caravaggio viene rinvenuto il corpo di un uomo senza vita, pugnalato con un strumento per le incisioni. Data la natura del delitto e il luogo, il responsabile delle indagini, l’ispettore Seratti, decide di farsi aiutare da Ettore Misericordia, novello Sherlock Holmes romano, libraio colto e dalle grandi intuizioni, e dal suo amico e assistente “Fango”. I due si mettono subito all’opera ma il mistero dell’assassinio di Paolo Moretti fonda le proprie radici in un passato tanto lontano quanto oscuro e pericoloso.

 

 

 

RECENSIONE

Nero Caravaggio, un noir nei luoghi della Roma rinascimentale

Che Caravaggio abbia avuto una vita avventurosa e poco trasparente è ormai cosa nota a molti e che nei suoi quadri e capolavori ci siano ancora oggi segreti o enigmi da decifrare lo dicono ormai anche i critici più prudenti, ma che da qualche anno a questa parte sia diventato pure il leit motiv di molti gialli sta diventando una cosa un po’ stucchevole. E mi riferisco solo al soggetto di Nero Caravaggio perché in realtà il romanzo dei fratelli Morini in sé non è affatto male.

Intelligente la costruzione dei personaggi principali che nella coppia Misericordia e Fango pur ricordano molto investigatori più antichi e famosi di loro. I due se la cavano egregiamente e danno quel tocco in più alla trama e sono sicuramente indovinate anche tutte le location di questo giallo all’italiana che permette anche un viaggio nei luoghi storici e artistici più belli della capitale.

Nero Caravaggio parte dal ritrovamento di un cadavere davanti a uno dei capolavori del Caravaggio, la Madonna dei Pellegrini nella basilica di Sant’Agostino accanto a Piazza Navona. La vittima è Paolo Moretti, pugnalato alle spalle con uno strumento per incisioni. L’ispettore Seratti allora decide di chiamare a collaborare alle indagini il libraio, investigatore per passione e uomo di grande cultura, Ettore Misericordia che non esita un attimo ad accettare l’incarico e parte immediatamente a prendere visione della scena del crimine. Con lui c’è il fedelissimo amico e “socio” di indagini Fango. I due cercano di capire qualcosa in più non solo sull’efferato delitto ma anche sul perché della location scelta e del quadro dell’eccelso pittore rinascimentale.

Le indagini si snodano su più campi e coinvolgono più persone ma gli indizi sono labili e non certo decisi tanto da poter condannare qualcuno.

Ed è qui che Misericordia, attingendo al suo personalissimo bagaglio culturale e alle intuizioni precise di Fango inizia a seguire una pista che parte da molto lontano ma che sembra essere l’unica in grado di risolvere tutti gli enigmi moderni.

Scritto con un linguaggio colloquiale e brillante dove il discorso diretto prende buona parte dello stile generale, Nero Caravaggio è una lettura semplice e appassionante insieme, un giallo all’italiana che ha il meritato compito di far viaggiare il lettore tra i luoghi del barocco romano più significativi e che poggia nelle descrizioni il suo punto di forza più importante.

 

 

Max e Francesco Morini ( Scheda Autore)


Sono due Fratelli, autori teatrali e televisivi che dirigono da dieci anni l’Accademia del Comico di Roma. Nero Caravaggio nasce dalla volontà di unire il gusto per la leggerezza e la scrittura brillante con la passione per i romanzi polizieschi e quella per la loro città, Roma.

 



Translate »