Notti al circo

(recensione di Nicole Zoi Gatto)




Autore: Angela Carter
Traduttore: Mariagiulia Castagnone
Editore: Fazi Editore
Pagine: 421
Genere:
Anno pubblicazione: 2017


"Per Dio, signore!", cantilenò Fevvers con una voce dagli echi metallici che ricordava il rumore di un coperchio sbattuto su un bidone della spazzatura.

"Quanto al luogo in cui sono nata, be', ho visto la luce proprio qui, nella vecchia Londra fumosa! Non per niente mi hanno soprannominata la Venere cockney, signore, anche se avrebbero potuto chiamarmi la Elena del trapezio, considerate le insolite circostanze in cui è avvenuta la mia nascita.(...)
Come Elena di Troia, sono uscita dall'uovo."


Così si apre il più celebre romanzo dell'eclettica scrittrice inglese Angela Carter.
Siamo in un camerino dell'Alhambra Music Hall e il giornalista californiano Jack Walser si trova nel bel mezzo di un’intervista alla star del momento Fevvers, trapezista acclamata da tutti, che di certo non passa inosservata. Donna alata di un metro e ottanta per ottantotto chili, biondissima ed estremamente affascinante agli occhi di chiunque abbia il piacere di farne la conoscenza, ci racconta la sua vita fra fiumi di alcol senza risparmiarci nulla, persino i particolari più grotteschi.

La sua vita non ha inizio nel migliore dei modi. Abbandonata appena nata davanti ad un bordello di Whitechapel, viene cresciuta dalla proprietaria dello stesso, Lizzie. Per la sua particolarità, il paio di ali che fanno capolino dalla schiena, inizierà a lavorare come Cupido vivente ed in seguito come attrazione in un freak show.

"Tra i mostri sono al sicuro; chi si mette a cercare una foglia in una foresta?"

Fevvers però è consapevole che il suo destino sia ben altro. Una personalità come la sua necessità delle luci della ribalta. Proprio per questo ben presto entrerà a far parte del circo itinerante del Colonnello Kearney, stravagante personaggio che ha trovato nel maiale a suo avviso chiaroveggente Sybil, un fidato consigliere.
Altrettanto importante si rivelerà la figura del giornalista Walser, che attratto dalla donna alata, lascerà tutto per unirsi al circo e scoprire cosa Fevvers nasconda.
In questo turbinio di avvenimenti, il lettore si sentirà trascinato dalla follia raccontata dall'autrice. I personaggi hanno personalità estremamente originali e non sono per niente scontati.

Inizialmente ho avuto difficoltà ad entrare nel mondo paradossale della Carter poiché nulla viene risparmiato. Ci si ritrova in mezzo ad orge, spettacoli circensi dal dubbio gusto, circondati da clown tristi, animali feroci, personaggi dalla dubbia moralità, raccontati con totale sincerità e genuinità.

La lettura procede a tratti a rilento ma non per questo risulta meno piacevole. L'irrealtà, il mondo pittoresco e bizzarro dipinto in questo romanzo sconvolgeranno il lettore che dovrà sentirsi pronto a leggere di avventure narrate senza filtri e di personaggi che non sarà facile dimenticare.

La stranezza fa parte del mondo e ci circonda mostrandosi in varie forme e modi. Ma anche nel bizzarro c'è della profondità e dell'umanità, anche se molto spesso fingiamo di non accorgercene. Essere ordinari è triste e questo libro ce lo spiega bene.



L'AUTRICE - Angela Carter nata a Eastbourne nel 1940 è stata una scrittrice e giornalista britannica nota per la sua personalità anticonformista e conosciuta per le sue opere femministe e di realismo magico. I suoi romanzi uniscono vari generi letterari fra cui horror, macabro e commedia erotica. Ha vissuto in Giappone, Stati Uniti, Asia ed Europa. Oltre a Notti al circo è nota per le raccolte di racconti Fuochi d'artificio (1974) e La camera di sangue (1979). Fazi editore ha pubblicato nel 2016 il suo ultimo romanzo Figlie Sagge.

Di Angela Carter:

IL LIBRO - Il 23 aprile, giorno del loro settantacinquesimo compleanno, Dora e Nora Chance, due vecchie signore gemelle, un po’ svitate, ex ballerine di seconda categoria, ricevono un invito a partecipare ai festeggiamenti per i cento anni di Melchior Hazard, attore di fama mondiale, loro padre biologico...


Se siete lettori appassionati visitate:

https://leggendoabari.wordpress.com/