Origami






(recensione di Loredana Cescutti)


 

Autori: Rosanna Franceschina – Fabio Gimignani

Editore: Porto Seguro

Pagine: 346

Genere: Giallo

Anno di pubblicazione: 2016

 

 

Mentre Firenze si prepara al Natale una linea di sangue la attraversa senza alcun motivo apparente. Omicidi rituali o una beffa del destino che porta due predatori ad incontrarsi, legati dall’antica arte giapponese di piegare la carta? Una storia avvincente e serrata, giocata tra personaggi in continua evoluzione, talmente incredibile da essere sempre più viva e palpitante, pagina dopo pagina.

 

“Tu ed io siamo diversi dagli altri, e lo sappiamo entrambi. Non so se mi farai del male o se io ne farò a te, ma se ci siamo trovati deve esserci un motivo. Non sparire. Io farò lo stesso.”

 

Due figure dai vissuti molto diversi si ritrovano per qualche giorno sotto il cielo della stessa magica città, Firenze.

Inizialmente sono inconsapevoli di quanto abbiano in comune, ma quando casualmente i loro sguardi si incrociano la prima volta, per entrambi tutto cambierà, riusciranno a leggersi dentro, nel profondo della loro anima, e si riconosceranno per quella che è la loro vera natura. Non potranno fingere che tutto sia come prima e ignorarsi semplicemente: in un crescendo di emozioni e sentimenti intensi a causa dei quali si troveranno costretti a ripensare a molte cose, avranno un’unica certezza, ossia che loro non potranno cambiare mai.

Lei è la bella straniera di origini italiane, con un lavoro di responsabilità che la porta spesso a viaggiare in giro per il mondo. Nonostante conduca una vita che può apparire molto fortunata, ha però alle spalle un vissuto molto doloroso contro il quale ha deciso di reagire cercando una personale giustizia, agendo a modo suo.

Lui è un “Samurai” italiano, un bell’uomo ammirato e rispettato da tutti, con una posizione lavorativa di prestigio, ma con un passato da ragazzino deriso dai boss del gruppetto, che però si prende la sua rivincita e si ricostruisce una vita seguendo i precetti delle filosofie orientali e praticando un’autodisciplina ferrea.

Hanno delle motivazioni ben radicate e modus operandi diversi, ma sono accomunati dal fatto che è solo loro la facoltà di

“decidere chi dovrà vivere o morire”.

Quell’incontro però andrà a mescolare inesorabilmente le carte del destino che fino ad ora per entrambi erano sempre state fortunate, creando una serie di reazioni a catena che coinvolgeranno anche altri personaggi che entreranno a fare parte della storia.

La descrizione degli ambienti, delle persone e delle situazioni è molto dettagliata e ci permette di fare un tuffo dentro la storia, per viverla ancora più da vicino, anche grazie alle voci narranti che sono tante, tutte in prima persona, e cambiano in base ai capitoli.

La voce e i pensieri di lui e di lei ci racconteranno degli episodi, ma è possibile che nel capitolo successivo venga fatto un passo indietro e, da un’altro punto di vista, avremo una visione diversa di come e quando è accaduto quanto letto in precedenza.

Devo dire che oltre alla particolarità dei personaggi principali che sicuramente non sono il classico esempio di eroe buono, ho apprezzato moltissimo la profondità e la purezza degli scambi verbali fra loro che per la prima volta nella vita si ritrovano a vivere qualcosa di più profondo che forse sta sfuggendo al loro controllo.

Ma per scoprirlo dovrete leggere questa storia narrata con una buona dose d’ironia, perchè io non vi dirò di più!

Buona lettura!!!

 

 

GLI AUTORI

Rosanna Franceschini vive a Firenze, ha due figlie e ama viaggiare. Ha pubblicato articoli su riviste d’arte ed èstata selezionata per una raccolta di Con. Tempo. Inserita nel collage di “C’è una storia dentro di te”, edita da Porto Seguro, incontra Fabio Gimignani con cui scopre affinità di scittura e, quasi senza accorgersene, si trova complice in un progetto che concretizza un sogno.

Fabio Gimignani, nato nel 1965 a Firenze, grafico pubblicitario, e da sempre amante delle Arti Marziali orientali e occidentali, vive nel comune di Vaglia alle porte del Mugello, con la moglie Fabrizia e un piccolo esercito di cani e gatti. Curioso per natura e affascinato da ogni forma di creatività, scrive da anni come ghostwriter per molti dei suoi clienti. ORIGAMI è il romanzo con cui, grazie anche al contagioso entusiasmo di Rosanna Franceschina, decide che è arrivato il momento di scrivere per sé.