Palm Desert




Palm Desert. Le indagini di Neal Carey

Recensione di Sergio Mancuso


Autore: Don Winslow

Editore: Einaudi

Traduzione: Alfredo Colitto

Genere: Noir

Pagine: 184

Anno di pubblicazione: 2018

 
 
 
 
 

Sinossi. Neal Carey ha troppi conti in sospeso per rifiutare l’ennesimo incarico degli Amici di Famiglia. In più la fidanzata Kate ha iniziato a parlare di fare un figlio e Neal ha un rapporto piuttostoconflittuale con il concetto di paternità. Perciò, quando gli viene affidato il compito di riportareNatty Silver a Palm Desert, Neal accetta. Cosa può andare storto? Natty ha ottantasette anni, calcava le scene della Vegas dei tempi d’oro e ha un repertorio infinito di barzellette sporche. Ma ha anche la tendenza a sparire, forse perché ha visto qualcosa che non doveva vedere. Così, quello chesembrava un noioso viaggio in mezzo al deserto si trasforma in una fuga a rotta di collo..

 

 

Recensione

Devo premettere che adoro Don Winslow, lo ammiro con la stima che solo un appassionato di noir può avere per un autore che può competere con il re, moderno, del genere, Ellroy.  

Ho letto con passione i suoi libri incominciando, tardivamente, con “L’inverno di Frankie Machine” per poi ricercare con assoluta dedizione ogni cosa da lui scritta e non ne sono mai rimasto deluso. Fino ad oggi.

Mi aspettavo di più da un autore capace di intessere ragnatele dalle fosche tinte che un giallo veloce, senza pretese, scritto probabilmente per mettere la parola fine ad un personaggio, quello di Neal Carey che ha appassionato lettori di tutto il mondo e che date le premesse delle avventure precedenti avrebbe dovuto “lasciarci” con il botto, con un gran finale, non con un epilogo stiracchiato.

Esistono delle motivazioni psicologiche dietro gli errori del protagonista ed esiste, certamente, un intreccio ben strutturato ma se per quanto riguarda la scrittura è impossibile fare le pulci ad un autore del suo calibro, in tutto il libro, che mantiene peraltro momenti di suspense, mi è sembrato di trovare un Don Winslow sottotono e annoiato; proprio come appare annoiato e sottotono il protagonista che compie, a mio avviso, delle scelte e dei passi falsi non certo congrui a quanto ci si sarebbe aspettato dal protagonista di “China Girl” e “London Underground e che andrebbero affrontati con la profondità psicologica promessa all’interno delle pagine ma mai completamente raggiunta.

 

 

 

Don Winslow (Scheda Autore)


Don Winslow: ex investigatore privato, uomo di mille mestieri, è tra gli autori di crime piú importanti al mondo. Einaudi Stile libero ha pubblicato L’inverno di Frankie Machine (ultima edizione Super ET, 2017), diventato un vero e proprio caso letterario, Il potere del cane, La pattuglia dell’alba, La lingua del fuoco e, nel 2011, Le belve, da cui Oliver Stone ha tratto l’omonimo film. Nel 2012, sempre per Einaudi Stile libero, è uscito I re del mondo, prequel de Le belve; nel 2013, Morte e vita di Bobby Z; nel 2014 Missing. New York, primo capitolo di una nuova serie poliziesca con protagonista il detective Frank Decker; nel 2015, Il cartello; nel 2016, i primi due romanzi che hanno come protagonista Neal Carey, London Underground e China Girl, e L’ora dei gentiluomini. Nel 2017, Corruzione e il terzo romanzo con protagonista Neal Carey, Nevada Connection. Nel 2018, il quarto romanzo della serie con Neal Carey, Lady Las Vegas e il quinto, Palm Desert.