PAURA SOTTO LA PELLE






Venerdì 1 dicembre e sabato 2 dicembre 2017, ore 15.00

Auditorium Enzo Biagi di Salaborsa -BO

PAURA SOTTO LA PELLE

Brividi dalla pagina allo schermo

SCARICA LA LOCANDINA

 

ARTICOLI E APPROFONDIMENTI

 

  1. Le motivazioni generali che hanno guidato alla scelta del tema per il nostro evento di Luca Servini
  2. I criteri che hanno guidato l’organizzazione dell’evento di Giovanni Modica

 

 


Il primo evento bolognese sulla paura: come si coniuga, in parole e immagini, e come si trasmette dalle parole alle immagini. Tra narrativa, fumetti, fiction e cinema.

Venerdì 1 dicembre e sabato 2 dicembre 2017 alle ore 15.00, presso l’Auditorium Enzo Biagi di Salaborsa (P.zza del Nettuno 3 – Bologna), cuore culturale della città, alcuni tra i più noti scrittori, sceneggiatori, registi e critici cinematografici di settore analizzeranno il processo di generazione della paura, nel lettore e nello spettatore.

L’evento nasce da un’idea di Giusy Giulianini, sviluppata poi in progetto con lo scrittore-sceneggiatore Diego Collaveri, il critico cinematografico Giovanni Modica e lo scrittore e appassionato cinefilo Fabio Mundadori, che a questo fine hanno dato vita vita al LABORATORIO DELLA CONTROREALTA’.

Il Comune di Bologna e il Dipartimento di Filologia classica e Italianistica dell’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna hanno concesso il patrocinio alla manifestazione, in quanto ritenuta di rilevanza culturale.


Il pomeriggio dell’1 dicembre sarà articolato in tre sessioni – La paura attraverso le parole, La sceneggiatura come scrittura di frontiera tra parole e immagini, La paura nel fumetto, che coniuga parole e immagini – durante le quali interverranno in qualità di relatori: Angela Capobianchi (La paura nel giallo contemporaneo di gusto classico), Andrea Carlo Cappi (La paura tra avventura e spionaggio), Roberto Carboni (Il noir come romanzo sociale), Piera Carlomagno (La cronaca nera come ispirazione della narrativa), Patrizia Debicke (Il giallo di gusto storico), Romano De Marco (La paura metropolitana), Enrico Luceri (La paura nel giallo classico), Luca Martinelli (Sherlock Holmes, un mito che non tramonta), Paolo Roversi (Un editore tra le infinite sfumature della paura); Gianluca Morozzi (Il rapporto tra parole e immagini nel fumetto della paura), Claudio Chiaverotti (Il fascino della paura negli eroi dei fumetti, da Morgan Lost a Dylan Dog); Biagio Proietti (La sceneggiatura originale o l’adattamento da romanzo nella grande stagione degli sceneggiati televisivi). Opinionisti speciali delle tre sessioni saranno il Prof Luigi Weber, docente universitario di Letteratura contemporanea, la scrittrice e opinionista televisiva Maria Silvia Avanzato, oltre agli scrittori Fabio Mundadori e Diego Collaveri e al critico cinematografico Giovanni Modica.


Il pomeriggio del 2 dicembre sarà dedicato alla sessione La paura attraverso le immagini, durante la quale interverranno in qualità di relatori: Erica Arosio e Alessandro Berselli (Il cinema come fonte d’ispirazione per la narrativa), Giuseppe Cozzolino (La scrittura cinematografica nell’esperienza di Noir factory), Roberto D’Antona (Il nuovo gusto dell’horror),

Pupi e Antonio Avati (Gli strumenti dello sceneggiatore e del regista per trasmettere la paura; Un classico: La casa dalle finestre che ridono; Il signor diavolo, un gusto immutato per l’horror). Opinionisti speciali della sessione saranno – oltre al Prof Luigi Weber, Maria Silvia Avanzato, Fabio Mundadori, Diego Collaveri e Giovanni Modica – i critici cinematografici Giuseppe Cozzolino e Luca Servini.


L’evento sarà condotto da Giusy Giulianini, blogger e organizzatrice di eventi culturali incentrati sulla narrativa crime.

Media partner dell’evento saranno le associazioni culturali Canto 31 e Thrillernord, il portale web specializzato MilanoNera, le emittenti televisiva QuiBologna.TV e radio Bologna Uno e la collana editoriale #Comma21.

L’incontro sarà trasmesso in diretta streaming sul canale Youtube dedicato, nel quale resterà poi disponibile la videoregistrazione.

Ingresso libero.

Per informazioni: Tel. 338 6688218– E-mail g.giulianini@alice.it

Bologna – 06/11/2017