Piccole anime folli




Recensione di  Leonardo Di Lascia


Autore: Mirko Rauso

Editore: Leone Editore

Genere: thriller

Pagine: 288

Anno di pubblicazione: 2019

 

 

 

 

 

 

Sinossi. Nel piccolo paese di San Rodi, i mesi scorrono con estrema lentezza. Quattro ragazzini di quindici anni, ognuno con un problema che si porta dentro e una condizione familiare disastrosa, fanno parte del gruppo dei Cacciatori Solitari. Agli occhi di tutti sono dei perdenti, degli emarginati, ma aver fatto squadra li rende più coraggiosi. Sfrecciando in bicicletta tra i boschi circostanti, si sentono degli eroi: catturano ogni tipo di animale e, per dimostrarsi «uomini veri», arrivano perfino a torturare e ammazzare cani, galline e volpi. Ma le dinamiche di quel gruppo nascondo risvolti sconvolgenti. Un giorno, infatti, spinti dalle manipolazioni e dalla pazzia del loro carismatico capo, Fermo, decideranno di compiere la Caccia Suprema, quella di un essere umano. Da allora, da quel primo omicidio, si scatena una spirale di violenza sempre più grande, sempre più terribile, che piano piano coinvolgerà l’intera comunità, rivelando scenari inquietanti, fino alla comparsa di un altro Mostro, un terrificante serial killer. Quali sorti toccheranno agli abitanti di San Rodi?

 

Recensione

La solitudine e l’emarginazione al giorno d’oggi sono temi molto attuali e forti, soprattutto da non sottovalutare.

A cosa possono portare?

A dare impulso alla logica del branco: esseri umani deboli che però messi insieme fanno leva uno sull’altro creando un’entità molto forte e molto pericolosa se non ci si pone dei ragionevoli limiti.

Il giovane Mirko Rauso ci fa soffermare su questi concetti con un libro veramente bello, cupo e per nulla banale. La storia di quattro ragazzi: Tommaso, Arcangelo, Piero B e Fermo, il loro capo, il leader, la mente del branco; quattro ragazzi diversi tra loro ma con due punti in comune: l’emarginazione e la solitudine.

San Rodi è la location dove la storia è ambientata; un posto difficile, come difficili sono le condizioni famigliari dei quattro ragazzi, e questo fa si che la loro voglia di rivincita sulla vita sia il motore trainante del gruppo. Fermo, il leader, li vuole portare all’estremo, e quale è l’estremo? L’omicidio…

Un libro che entra dentro, non solo per le tematiche che vengono trattate, ma anche per come Mirko ce le racconta, con una navigata freddezza e crudezza; un libro che parla di violenza e di come l’eccesso porti ad altra violenza e ad un effetto domino inaspettato…un libro che lascia senza parole…complimenti davvero all’Autore!

 

 

 

Mirko Rauso


Mirko G. Rauso è nato a Capua nel 1992. Da sempre appassionato di scrittura, ha lavorato come sceneggiatore, concept developer, selezionatore e correttore di sceneggiature presso diverse case di produzione, realizzando pubblicità e cortometraggi presentati e premiati in varie occasioni, come il Festival internazionale del cinema di Berlino o durante l’Expo di Milano. Con Piccole anime folli fa il suo esordio presso Leone Editore.

 

Acquista su Amazon.it: