Quanto tutto inizia




A cura di Laura Veroni

Autore: Fabio Volo

Genere: narrativa

Pagine: 180

Editore: Mondadori

Anno pubblicazione: 2017

 

 

“Volevo mischiarmi con lei, volevo che ci perdessimo dentro le reciproche vite. In fondo l’amore è questo, perdere il proprio perimetro, abbattere i confini. La volevo tutta intera, volevo tutto il suo tempo, volevo che mi dicesse che era solo mia…”.

 

Anche in quest’ultimo romanzo, Fabio Volo si conferma uno scrittore che celebra l’amore. “Un posto nel mondo”, “Il giorno in più”, “Il tempo che vorrei”, “Le prime luci del mattino” e “La strada verso casa” sono solo alcuni tra gli altri lavori di questo autore e in tutti la tematica centrale è l’Amore, sempre rappresentato attraverso il rapporto di coppia (ne “La strada verso casa” Volo tratta questo sentimento anche nella forma del rapporto padre anziano – figlio adulto).
Le coppie dei suoi romanzi sono persone ordinarie, con una vita altrettanto ordinaria, nella quale il lettore si può riconoscere, si può ritrovare.

Fabio Volo è la dimostrazione che non è necessario scrivere storie straordinarie per avvincere il pubblico.

I suoi libri trattano di quotidianità, una quotidianità che viene stravolta da eventi inaspettati, come l’innamoramento (non cercato, poiché l’amore arriva quando meno te l’aspetti). Ed ecco che l’affacciarsi del sentimento travolgente, totalizzante, sulla scena del protagonista giunge a modificare le sue prospettive, e la vita all’improvviso cambia direzione, crollano le certezze, i propri dogmi, la stessa ragione, sopraffatta da qualcosa di forte, di grande, di unico, il sentimento profondo, quello che all’improvviso fa sentire leggeri e onnipotenti, in grado di affrontare qualunque cosa, qualunque difficoltà, quello che va oltre la morale, oltre le ipocrisie e che fa vivere una vita che per la prima volta appare vera, autentica, perché il palpitare del cuore dà valore a ogni atto e a ogni pensiero.

L’essere umano travolto dal sentimento pare scoprire se stesso, trova la forza di mettersi a nudo con le proprie debolezze e riesce ad accettarle nel momento stesso in cui si accorge che queste vengono accettate dall’altro e viste non più come negatività, ma come punti di forza. E’ così che Gabriele vive il suo amore con Silvia.

Ma Silvia sarà l’Amore eterno? Sarà l’Amore per sempre?

Anche in altri libri Volo sembra voler porre il lettore di fronte allo stesso quesito: esiste l’amore eterno, quello assoluto oppure esistono più amori eterni, assoluti?

Quando incontriamo una persona di cui ci innamoriamo perdutamente, pensiamo di non poter più vivere senza di lei, ma la vita spesso ci insegna che non è così.
Non vivo più senza te, non posso più fare a meno di te, morirei se non ci fossi tu… Quante volte abbiamo sentito queste parole nelle canzoni d’amore?

Quante volte le abbiamo scritte o pronunciate noi stessi?

Erano vere? E, se lo sono state, perché a un tratto non lo sono più?

Perché si smette di amare?

Oppure si può smettere di amare, decidere di interrompere una relazione, spezzare un amore tanto forte, da togliere il fiato? Volo ci risponde nei suoi libri.
A volte le sue sono coppie in crisi, che decidono di lasciarsi, perché si rendono conto che l’amore, la passione, si sono spenti; altre, invece, sono coppie che scelgono di interrompere la storia nel pieno della sua vitalità e lo fanno per motivi legati ad altri aspetti della vita. In ogni caso, la fine di un amore pare essere la fine di se stessi.

Ma la vita continua e ci dimostra che anche quando tutto finisce non significa che sia davvero la fine.

 

Fabio Volo


Fabio Volo, nome d’arte di Fabio Bonetti (Calcinate, 23 giugno 1972), è un attore, scrittore, conduttore radiofonico, conduttore televisivo e sceneggiatore italiano. Presente nei vari campi dei media italiani, ha raggiunto la notorietà in radio e in televisione, per poi diventare conosciuto anche nel mondo del cinema e nel campo letterario: nel 2011 i suoi romanzi sono arrivati a vendere oltre 5 milioni di copie nella sola Italia e sono stati tradotti anche in altre lingue.



Translate »