AUDIOLIBRO: SOFIA SI VESTE SEMPRE DI NERO






Isabella Ragonese legge:

“Sofia si veste sempre di nero”

 

 

Autore: Paolo Cognetti
Lettore: Isabella Ragonese
Regia: Flavia Gentili
Durata: 6h e 56m
Edizione testo: Minimum Fax, 2012
Pubblicazione: 30 novembre 2017

 

 

RECENSIONE:

Buon giovedì a tutti, cari amici lettori!

Eccoci pronti a un nuovo appuntamento della nostra rubrica settimanale dedicata agli audiolibri!

Oggi, in libreria e online, Emons ci delizia con una nuova uscita veramente molto interessante:  “Sofia si veste sempre di nero”, il romanzo a racconti scritto da Paolo Cognetti pubblicato nel 2012 dalla casa editrice Minimum Fax.

Lo presentiamo in questa speciale veste, letto eccezionalmente dall’attrice Isabella Ragonese.

Finalista del Premio Strega 2013 e terza prova narrativa di Cognetti, dopo “Manuale per ragazze di successo” e “Una cosa piccola che sta per esplodere”.

Il romanzo è strutturato in dieci racconti autonomi che trattano la vita di Sofia, donna di straordinaria bellezza ma estremamente complessa, attraverso la narrazione di un personaggio misterioso che si rivelerà solo nell’ultimo racconto; si parte dalla nascita prematura, si passa al tentato suicidio in età adolescenziale e la breve reclusione in un ospedale psichiatrico e si arriva, infine, alla carriera come attrice, attraversando e analizzando tutti i vari rapporti e le persone che caratterizzano la sua turbolenta esistenza.

Eccezionale la lettura di Isabella Ragonese che, con grande capacità, riesce a dare vita ad ogni singolo racconto, dando alla storia sfumature diverse a seconda del luogo e del tempo; cosa a dir poco meritevole, considerando la complessità della storia.

Chi ha apprezzato il consiglio della scorsa settimana e l’ascolto diviso in racconti,  in modo da poterli gustare uno alla volta negli sprazzi di tempo libero, non può esitare a conoscere anche questa bellissima novità.

L’appuntamento è per la prossima settimana, con un nuovo imperdibile ascolto.

 

Vai al sito:

Audiolibro:  Sofia si veste sempre di nero

A cura di Simona Vallasciani