Storia del nuovo…




Storia del nuovo cognome

Recensione di Fiorella Carta

Autore: Elena Ferrante

Editore: Edizioni e/o

Pagine: 479

Genere: Narrativa

Anno Pubblicazione: 2012

 

 

 

 

 

 

Sinossi. Capii che ero arrivata fin là piena di superbia e mi resi conto che – in buona fede certo, con affetto – avevo fatto tutto quel viaggio soprattutto per mostrarle ciò che lei aveva perso e ciò che io avevo vinto. Lei naturalmente se ne era accorta fin dal momento in cui le ero comparsa davanti e ora stava reagendo spiegandomi di fatto che non avevo vinto niente, che al mondo non c’era alcunché da vincere, che la sua vita era piena di avventure diverse e scriteriate proprio quanto la mia, e che il tempo semplicemente scivolava via senza alcun senso, ed era bello solo vedersi ogni tanto per sentire il suono folle del cervello dell’una echeggiare dentro il suono folle del cervello dell’altra”. Ecco “Storia del nuovo cognome”, secondo romanzo del ciclo de “L’amica geniale”. Ritroverete subito Lila ed Elena, il loro rapporto di amore e odio, l’intreccio inestricabile di dipendenza e volontà di autoaffermazione.

 

Recensione

Nel primo volume ho lasciato Lila ed Elena nel bel mezzo del matrimonio della prima e ancora adolescenti navigano nella stessa barca del futuro incerto, perché per quanto un matrimonio significhi stabilità, per lo spirito inquieto di Lila anche questo diventa una sfida contro il mondo, contro se stessa.

Le vite delle due amiche s’intrecciano, si sciolgono, fino ad arrivare a percorrere binari paralleli che Elena scardina con forza per riavvicinarli, per provare a percorrere ancora un cammino comune.

La vita non chiede il permesso e ti porta dove le tue scelte e le relative conseguenze disegnano il tuo destino. Rimane forte l’influenza di Lila su Elena, anche quando quest’ultima si dà agli studi e l’altra avvolta dal mantello della ricchezza diventa capricciosa e si fa ladra di un amore conteso.

E’ come un girotondo questo romanzo, ricco di eventi descritti in modo tale da creare un forte impatto verso il lettore.

Così ti senti personaggio della loro vita, spettatore desiderato di drammi e amori.

La Ferrante ti prende al lazo e ti ritrovi avida di eventi e parole, sperando che il destino delle due protagoniste dia tregua alle loro esistenze e soprattutto ai loro pensieri, tanto diversi quanto complementari.

 

 

Elena Ferrante


É una scrittrice italiana, nata e cresciuta a Napoli; ha fatto studi classici e fra i suoi autori preferiti cita Elsa Morante. È opinione diffusa che il suo nome sia in realtà uno pseudonimo, per quanto tale ipotesi non sia in alcun modo accreditata dalla scrittrice stessa e non sia avvalorabile.
Elena Ferrante, scrive sotto pseudonimo. Autrice dell’Amore molesto, da cui Mario Martone ha tratto il film omonimo. Dal romanzo successivo, I giorni dell’abbandono, è stata realizzata la pellicola di Roberto Faenza. Nel volume La frantumaglia racconta la sua esperienza di scrittrice. Nel 2006 le Edizioni E/O hanno pubblicato il romanzo La figlia oscura, nel 2007 il racconto per bambini La spiaggia di notte e nel 2011 il primo capitolo dell’Amica geniale, seguito nel 2012 dal secondo, Storia del nuovo cognome, nel 2013 dal terzo, Storia di chi fugge e di chi resta, e nel 2014 dal quarto e ultimo, Storia della bambina perduta.

 

 

Acquista su Amazon.it