Sunburn




Recensione di Cristina Bruno


Autore: Laura Lippman

Traduzione: Carlo Prosperi

Editore: DeA Planeta

Genere: Thriller

Pagine: 352

Anno di pubblicazione: 2019

 

 

 

 

Sinossi. Quando approda al bancone dell’High-Ho con la schiena bruciata dal sole e un cocktail in mano, Polly Costello è una donna in fuga. Da un passato difficile, dai troppi errori commessi, o forse soltanto da se stessa. Ma l’energia diffidente e inquieta, da gatta selvatica, che tenta di nascondere dietro a una cascata di capelli rossi non passa inosservata. Neppure qui, nel vecchio diner per anime spiaggiate o in transito di Belleville, Delaware – un posto così trascurabile da sembrare assemblato alla meglio con gli avanzi di altre città. E infatti Adam Bosk la nota, altroché se la nota. E forse non è un caso se fa in modo di attaccare discorso. Un primo scambio di battute insinuanti presto diventa un flirt, e il flirt una passione inaspettata. Quando, all’indomani di un terribile incendio, i resti di una donna vengono ritrovati nell’appartamento di Polly, il gioco da pericoloso si fa letale. Perché in una storia in cui nessuno dice la verità, Polly è sempre un passo avanti agli altri, lettore compreso. E non si fermerà di fronte a nulla pur di riprendersi quello che ha perso e portare a compimento un piano che viene da molto, molto lontano.

 

 

Recensione

La domanda che il lettore si pone lungo tutte le pagine del romanzo è la seguente: chi è davvero Polly?

Una donna spregiudicata che ricorre ad ogni mezzo, anche l’omicidio, pur di ottenere quello che vuole?

Una donna che cerca di uscire da un passato di violenza? Una madre indifferente?

Un capitolo dopo l’altro la personalità di Polly viene costruita con tanti piccoli indizi che solo alla fine permetteranno di avere il quadro completo, perché poi la verità non è mai così scontata e non è sempre ciò che sembra…

Belleville è un paesino di provincia, “il genere di cittadina che le persone si limitano ad attraversare”, meno di duemila anime e poca vita sociale, l’ideale per una donna che vuol far perdere le proprie tracce. Qui si rifugia Polly, ovvero Pauline Costello Ditmars Smith Hansen, e trova un lavoro stagionale all’High-Ho, un piccolo ristorante per clienti che non hanno grandi pretese. Adam, abbronzato, occhi chiari e capelli neri, è anche lui di passaggio, ma resta affascinato dalla misteriosa donna dalla capigliatura rossa che serve al bar e presto tra i due nasce una relazione che diventa via via sempre più coinvolgente. Ciascuno di loro però ha un segreto che non vuole rivelare all’altro, per paura di incrinare il rapporto.

Continui piccoli colpi di scena e rivelazioni sui protagonisti catturano il lettore e lo rendono curioso di arrivare a capire come si consolideranno tra loro le diverse tracce e dove condurranno.

Il punto di vista del narratore è in continua variazione e si focalizza ora sui pensieri e il comportamento di Adam, ora di Polly ma senza perdere di vista altri personaggi di peso nella trama, come il viscido Irving che lavora nel campo delle polizze assicurative o la vanitosa Savannah madre di Gregg o l’instabile Cath cameriera all’High-Ho. E ancora conosciamo i due mariti di Polly, Burton e Gregg, tanto diversi tra loro ma entrambi inadatti a rapportarsi con le donne, il primo violento e disonesto, il secondo immaturo e senza ambizioni.

E infine conosciamo le due figlie, Joy, avuta da Burton, che manifesta gravi disabilità fin dalla nascita e Jani, avuta da Gregg, con un carattere forte e determinato nonostante la sua tenera età.

I fatti si svolgono a metà degli anni ’90, in un mondo che non è ancora dominato da tablet e cellulari e dove ancora si usano i telefoni fissi per comunicare. Il finale, che ci riporta all’attualità del 2017, ci svelerà finalmente i piccoli punti oscuri rimasti, chiarendo scelte e fatti che potevano aver lasciato dubbi nel lettore.

 

A cura di Cristina Bruno

fabulaeintreccio.blogspot.com

 

Laura Lippman


Laura Lippman: è stata reporter per vent’anni prima di abbandonare il giornalismo per dedicarsi esclusivamente alla scrittura. Nel corso della sua celebrata carriera ha vinto tutti i maggiori premi per la narrativa di genere e non solo. Vive a Baltimora.

 

Acquista su Amazon.it: