Thriller-Proust in Duplex: Giada Strapparava e Paolo Lavelli






Il “Questionario di Proust” in versione “intervista doppia”!
Giada Strapparava vs  Paolo Lavelli


1. Il tratto principale del tuo carattere
Giada: La sensibilità. Non intesa esclusivamente nella condizione affettiva del termine ma anche nel modo di osservare, pensare e parlare.
Paolo: riflessivo

2. Che genere di libri preferisci leggere
Giada: Amo i thriller, ma leggo molto volentieri anche fantasy e distopici.
Paolo: thriller psicologici

3. Che genere di libri preferisci scrivere 
Giada: Thriller psicologici
Paolo: provo con i thriller

4. Il complimento più bello che hai ricevuto
Giada: Una volta una signora molto più grande di me mi disse che le avevo fatto venire la voglia di avere dei figli, perché li avrebbe voluti proprio come me e che se mi avesse incontrato anni prima probabilmente non avrebbe abbandonato l’idea di diventare madre. È uno dei ricordi più emozionanti che custodisco nel mio cuore.
Paolo: che “Il sorvegliante” è un libro che ti tiene incollato dalla prima all’ultima pagina.

5. E la critica più dura
Giada: Mi ferisce quando le persone non colgono il sentimento e l’emozione all’interno di un thriller, come se le tinte forti non potessero contenere ugualmente un pesante bagaglio di sensazioni da poter far vivere al lettore, oltre al sangue.
Paolo: mi dilungo troppo nelle descrizioni

6. Se Aron incontrasse Colton Miller…
Giada: Penso che avrebbero molte cose da raccontarsi! Ahahah
Paolo: gli mostrerebbe il distintivo e poi gli offrirebbe una birra per discutere dei loro segreti

7. Bevanda preferita
Giada: Vivrei di latte e menta.
Paolo: birra

8. Tra tutte le cose che fai, quale ti ha dato più soddisfazione
Giada: Cucinare, viaggiare e scrivere sono le cose che faccio con la gioia più totale.
Paolo: la corsa

9. Che cosa mangi stasera
Giada: Ho da poco infornato una torta di mele, ma questa sera per cena ci sono zucchine ripiene, patate al forno e pollo con i peperoni.
Paolo: uova strapazzate

10. Il tuo artista (attore, scrittore, pittore, o musicista…) preferito
Giada: Così su due piedi posso dirti che amo molto ascoltare Lindsey Stirling. A volte scrivo con il suo violino in sottofondo. Per quanto riguarda la scrittura invece, sono una fan di Dean Kontz, maestro della narrativa d’azione.
Paolo: Leonardo Di Caprio, Donato Carrisi, Athos Faccincani

11. Che regalo faresti a Giada/Paolo
Giada: “Il luogo delle ombre” di Dean Koontz, meraviglia!
Paolo:  un giro in barca a vela

12. Mare o montagna
Giada: Da buona viaggiatrice amo entrambi. Non potrei scegliere.
Paolo: mare

13. Se avessi qualche milione di euro
Giada: Viaggerei tantissimo e continuerei a studiare, cosa che purtroppo non posso fare. Mi iscriverei all’università e studierei per tutta la vita. Nel mentre farei tantissimo volontariato e continuerei a scrivere soprattutto in viaggio.
Paolo: comprerei una barca a vela

14. La persona più importante della tua vita
Giada: Non credo mi basterebbe lo spazio per parlarne.
Paolo: i miei genitori

15. Sport preferito
Giada: Snowboard
Paolo: basket/corsa a piedi

16. Scrivere per intrattenere o per far riflettere?
Giada: Riflettere ed emozionare. Gioire, terrorizzare e soffrire.
Paolo: intrattenere

17. Ci racconti una barzelletta?
Giada: Ecco, io sono brava a ridere con le barzellette, non a raccontarle. Chiedetela a Paolo!
Paolo: non posso, conosco solo quelle sporche…..AH AH

18. Serie TV e film cult
Giada: Tarantino tutta la vita!
Paolo: Blindspot, I soliti sospetti

19. Il tuo primo amore
Giada: Harry Potter, ahimè. Me ne vergogno ancora ma ne ero follemente innamorata e desideravo scappare a Hogwarts con lui.
Paolo: acqua passataa

20. La canzone da canticchiare sotto la doccia
Giada: E vogliamo parlare della macchina? Io temo costantemente che qualcuno mi fermi per chiedermi se ho bisogno di aiuto
Paolo: Occidentali’s Karma

21. Cambieresti qualcosa del tuo aspetto fisico?
Giada: Ognuno trova dei difetti in se stesso che gli altri magari non notano. Siamo proprio noiosi noi umani, sempre in cerca del superfluo rimanendo privi del necessario.
Paolo: no

22. Il tuo motto
Giada: Fai delle tue paure i tuoi punti di forza.
Paolo: vivi e lascia vivere

 

 

Di Giada Strapparava su THRILLERNORD:

 

Di Paolo Lavelli su THRILLERNORD: