Thriller-Proust in Duplex: Miriam Ciraolo e Alessia Coppola






Il “Questionario di Proust” in versione “intervista doppia”!
Miriam Ciraolo  vs  Alessia Coppola
 


1. Il tratto principale del tuo carattere
Miriam: Sognatrice
Alessia: Sono malinconica, credo che questo aspetto sia un tratto del mio carattere, unito alla determinazione

2. Che genere di libri preferisci scrivere 
Miriam: Urban fantasy
Alessia: Ho scritto per l’infanzia e per ragazzi, affrontando diversi generi narrativi come il gotico, l’horror, lo steampunk e il fantasy. Attualmente mi sto dedicando alla narrativa contemporanea. Amo scrivere, al di là del genere

3. Che genere di libri preferisci leggere
Miriam: Urban fantasy e distopici
Alessia: In passato prediligevo classici e fantasy, ora mi piace leggere un po’ di tutto, purché sia ben scritto

4.Favola preferita
Miriam: La bella e la bestia
Alessia: Ho sempre amato La Sirenetta e La Regina delle Nevi di Andersen

5. Chi è il tuo eroe
Miriam: Gesù
Alessia: Credo che il mio eroe sia mio padre

6. Ieri notte hai sognato…
Miriam: Il continuo della storia che sto scrivendo
Alessia: Qualcuno che non posso amare

7. La cosa più strana che hai fatto mentre scrivevi un libro
Miriam: Mettermi un velo rosso sull’occhio destro per immedesimarmi in un cyborg. Volevo capire cosa si provasse ad avere un occhio bionico e l’altro normale
Alessia: Non ricordo, onestamente. Posso dire, però, di avere dei rituali per la scrittura: chiudo porte e finestre, accendo candele e incensi e inizio a comporre

8. In quale cartone animato vorresti vivere
Miriam: Rapunzel
Alessia: Non saprei, forse ne La Bella e la Bestia

9. Il tuo artista (attore, scrittore, pittore, musicista…) preferito 
Miriam: Sarò scontata: Benedict Cumberbatch; Scrittore: Charles Dickens, Neil Gaiman, Marissa Meyer, Carlos Ruiz Zafòn… (potrei continuare, come vedi non so scegliere); Pittore: Kandinsky; Agnes Cecile (più moderna); Musicista: cito un gruppo, Linkin Park; cito un cantante, Rag’n’Bone Man
Alessia: Come scrittori amo Maxence Fermine, Stephen King, Alessandro Baricco e Carlos Ruiz Zafòn. Come illustratore adoro Benjamin Lacombe; mentre come musicisti apprezzo Loreena McKennit e Ludovico Einaudi

10. Cosa vorresti regalare ad Alessia/Miriam
Miriam: Libri illustrati, macchine da scrivere vintage e tanti origami
Alessia: A Miriam vorrei regalare la possibilità di realizzare il suo sogno, perché lo merita

11. Materia preferita a scuola
Miriam: Chimica
Alessia: Storia dell’arte e letteratura

12. Quando sei a casa da sola ti cucini…
Miriam: Piadina con fesa di tacchino e formaggio
Alessia: Adoro cucinare e preparare dolci. Se sono da sola metto in moto la fantasia e invento qualcosa

13. L’incontro che ti ha cambiato la vita 
Miriam: Quello con Dio, in ambito spirituale; quello con il mio ragazzo, in ambito sentimentale; quello con Alessia Coppola in ambito confidenziale e lavorativo
Alessia: L’incontro con la scrittura ha cambiato la mia esistenza e le ha attribuito un senso più alto

14. Quale “mestiere” preferisci, tra tutti quelli che fai?
Miriam: Scrivere è un mestiere, come dice Stephen King. Quindi sicuramente scrivere
Alessia: Forse scrivere. Amo illustrare e cantare, ma scrivere mi permette di essere libera e di non essere sola

15. Se avessi qualche milione di euro 
Miriam: Tradurrei i miei libri e, come le miss, farei qualcosa per la fame nel mondo
Alessia: Sembra banale scrivere che farei beneficenza, sicuramente, ma attuerei anche altri propositi. Aprirei una casa editrice disposta a credere nei giovani di talento. Fonderei un’accademia di scrittura e illustrazione. E magari comprerei una casa sulla scogliera, nella quale rifugiarmi dai rumori del mondo

16. Carta e penna, o PC 
Miriam: PC, carta e penna per l’ispirazione fulminante
Alessia: Entrambi. Carta e penna per scrivere poesie. Il pc è necessario per le lunghe stesure

17. Serie TV e film cult 
Miriam: Sherlock e I guardiani della galassia
Alessia: Sherlock e Labyrinth

18. Il tuo primo amore 
Miriam: Trunks di Dragon Ball
Alessia: Dorian Gray. Ero adolescente quando lessi Il ritratto di Dorian Gray. Le mie coetanee si innamoravano dei compagni di classe, io di un dandy di carta e inchiostro che irretiva la mia anima

19. La canzone da canticchiare sotto la doccia
Miriam: Linkin Park, Numb (che il mio inglese sia perfetto o meno è un’altra storia)
AlessiaSummertime di Ella Fitzgerald

20. Cane o gatto 
Miriam: Gatto
Alessia: Lupo. 😉

21. Parola preferita 
Miriam: Stellato
Alessia: Parola. Poiché in essa è riservato tutto il potere del mondo

22. Il tuo motto
Miriam: Tantu fici, tantu dissi, che Piddiu u sceccu cu tutti i carrubbi
Alessia: Non avrei motti da menzionare. Magari uno sì: “cugghi l’acqua quandu chiovi”. Letteralmente: raccogli l’acqua quando piove. È un invito a cogliere le occasioni e non lasciarsele sfuggire. Attimi  e persone non sono sempre lì ad aspettarci, se vogliamo qualcosa dobbiamo avere il coraggio di prenderla