Tre racconti






(di Maria Sole Bramanti)


 

 

Due autori, tre storie avvincenti. Tre racconti molto diversi fra loro, accomunati, però, da una grande forza: quella di riuscire a trascinare il lettore dentro una storia: la storia di persone vere. Perché i tre protagonisti di questi racconti sono personaggi assolutamente plausibili, per quanto un po’ sopra le righe. In poche pagine, Andrea Monticone e Roberto Gandus riescono ad appassionarci e a trasportarci dentro le vite di Jack, Leo e Bubble. Si sente che lo sguardo di questi scrittori è uno sguardo esperto: stiamo parlando, infatti, di un giornalista di cronaca nera e di un famoso sceneggiatore; due scrittori che sanno bene come tradurre in parola scritta scene di vita vera. Pagine di noir e di azione che si leggono in un lampo e lasciano la voglia di incontrare di nuovo i loro protaginisti.

UN CUORE NEL GHIACCIO

Autore: Andrea Monticone
Editore: Golem
Pagine: 31
Genere: noir
Anno di pubblicazione: 2016

Jack, un cinico dal cuore d’oro di cui mi piacerebbe leggere più di un racconto! A bordo della sua ambulanza ci porta in giro nella Torino degli edifici occupati, dei campi rom e negli ospedali che racchiudono le storie di tante vite: vite che finiscono e vite che possono ricominciare. La piccola Giulietta ha bisogno di un cuore e questo cuore arriva, ma viene rubato. Jack cercherà di riportarlo dove deve andare. Un racconto violento, davvero commovente e avvincente, che tiene con il fiato sospeso fino alla fine.

L’ULTIMO CHE MUORE CHIUDA L’OMBRELLONE

Autore: Andrea Monticone
Editore: Golem
Pagine: 42
Genere: noir
Anno di pubblicazione: 2016

Una storia che unisce azione, sentimenti, paesaggi bellissimi: Leo è un filibustiere dal cuore d’oro, con un figlio che crede di aver perduto e una vita che potrebbe ispirare ben più di un romanzo noir. Andrea Monticone ci racconta le sue peripezie nel golfo del Tigullio, dove si è rifugiato prima della sentenza che lo porterà in carcere per un omicidio che non ha commesso. In uno stile scoppiettante, scopriamo i sentimenti di un uomo che non ha mai avuto paura di fare scelte difficili.

L’AUTORE – Andrea Monticone (Torino, 1972). Giornalista di cronaca nera, amante della musica, del buon vino e delle sigarette, è autore di romanzi e racconti: dal giallo al noir, alla narrativa non fiction. “Il pigiama insanguinato” (pubblicato con Giovanni Falconieri) è incentrato sul caso di Annamaria Franzoni; tra i gialli “Il falsario di Porta Palazzo”, “Il Boia di Torino”, “Favola nera” (con Rocco Ballacchino), il noir-rock “Marsiglia blues” e “La gatta e i diamanti”, ultima avventura del capitano dei carabinieri Gabriele Sodano. È tra i fondatori del collettivo di scrittori Torinoir

Andrea Monticone su THRILLERNORD


LA VEGLIA

Autore: Roberto Gandus
Editore: Golem
Pagine: 19
Genere: noir
Anno di pubblicazione: 2016

Un racconto brevissimo, eppure capace di coinvolgere il lettore. Gandus ci svela in modo originale i retroscena dell’assassinio di una bambina, nell’America degli anni ’20; tra macabre tradizioni e ipocrite convinzioni, fatte per nascondere tutto il marcio che può esserci all’interno di una famiglia. Bubble, corpo da uomo e cervello di bambino, ci racconta la sua commovente storia di ingiustizia.

L’AUTORE – Roberto Gandus è sceneggiatore, regista, pittore e scrittore; ha lavorato con Pupi Avati (“Fantasmi”), Tinto Brass, Eriprando Visconti (“Aedipus Orca”), Ruggero Deodato, Ugo liberatore (“Noa Noa” “Nero Veneziano”), Lamberto Bava (“Macabro”). Pubblica il suo primo romanzo “L’Ultima esecuzione” (ispirato pira a un fatto realmente accaduto, l’ultima esecuzione in Italia del ’47), nel 2013 con Fratelli Frilli Editore, seguito da “La sarta. Torino, 1942”. Per Golem edizioni ha pubblicato nel 2016 “Il Gyoko”.