Ultima notte a Lisbona






(recensione di Clementina Di Branco)


Autore: Giovanni Valentini

Editore: Società Editrice Milanese

Pagine: 113

Genere: Giallo

Anno di pubblicazione: 2017

 

 

SINOSSI: Il giornalista d’inchiesta Alfonso Delgado, ormai in pensione, e sua moglie Marianna, sono a Lisbona per godere della città e organizzare un possibile trasferimento nella capitale portoghese. Durante una cena conoscono una giovane coppia americana, Carol e John. Nonostante Carol abbia accettato la proposta di matrimonio di John, in lei nasce subito una simpatia e un’interesse talmente forte per Alfonso da far riaccendere la passione nell’animo dell’uomo, il quale intreccerà con la giovane una intensa relazione che ben presto si trasformerà in un legame sentimentale profondo. Il loro rapporto viene però interrotto bruscamente dalla misteriosa morte della ragazza. La polizia portoghese parla di un suicidio, ma Delgado, che ha troppa esperienza alle spalle per non dubitare della frettolosa indagine, decide di indagare per scoprire la verità. La sua determinazione lo porterà ad incrociarsi con un boss della Sacra Corona Unita con cui Carol era entrata in contatto durante il suo soggiorno a Lecce. Ma anche altre dolorose verità emergeranno sul passato della ragazza.

 

 

RECENSIONE: C’è bellezza e malinconia in questo giallo di Valentini.Non è un caso che la città a fare da sfondo sia una delle più belle quanto stranamente misteriose d’Europa, Lisbona.

Delgado è un giornalista dì inchiesta in pensione, ex giocatore di calcio, ex tennista, ex sciatore e ora appassionato di golf. Uomo onesto, fedele alla moglie e amante della letteratura, per il quale il tempo a venire si preannuncia dolce come il pastél de Bélem. Ma la vita gli regala ancora un’emozione grazie all’incontro con la giovane, bella e allegra Carol.

Il rapporto tra i due evolve rapidamente, non è solo passione e ben presto si connota di tenerezza e affetto reciproco tanto che quando la giovane muore misteriosamente, lui si sentirà in dovere morale di cercare la verità.

L’anziano giornalista ridiventa così l’antico cronista di razza sotto gli occhi della moglie che, senza bisogno di spiegazioni, dotata di una speciale intelligenza femminile, sa già tutto e sa anche come aiutare il marito.

Come nei gialli di Simenon, citato nel romanzo stesso, il protagonista usa ragione e sensibilità per rimettere in ordine una realtà contraddittoria. Delgado cerca le ragioni, le motivazioni dietro ai fatti che accadono e per trovarle scruta l’anima dei personaggi.

Così la giovane Carol che appare a prima vista bella e superficiale, si rivela portatrice di un grande dolore che ha poi segnato la sua vita e le sue scelte, certamente discutibili.

Delgado arriverà alla verità, ma non ci sarà trionfo né autocompiacimento per il giornalista.

C’è tanta letteratura in questo giallo di Valentini.

E come evitarlo?

La capitale portoghese è un luogo dell’anima e qui, ovunque, ci ritroviamo ad inseguire la poesia di Pessoa, ma non solo.

Altri romanzi ci guidano alla scoperta della città: Treno di notte per Lisbona, Sostiene Peirera, Requiem. Tra il passato e il presente, la storia e la poesia, si chiude l’inchiesta di Alfonso Delgado, che sullo sfondo di una città scintillante e bellissima sentirà fortissima la malinconia per una vita che passa troppo in fretta.

 

 

L’AUTORE: Giovanni Valentini (1948) è giornalista e scrittore. Ha lavorato per molte celebri testate italiane tra cui la Gazzetta del mezzogiorno, Repubblica, l’Europeo e l’Espresso di cui è direttore dal 1984 al 1991. E’ autore di diversi libri dalle tematiche politiche, economiche e sociali. Ultima notte a Lisbona è la sua prima opera di narrativa.