Un caso troppo complicato…




Un caso troppo complicato per l’ispettore Santoni

Recensione di Salvatore Argiolas


Autore: Franco Matteucci

Editore: Newton Compton Editori

Genere: Giallo

Pagine: 288

Anno di pubblicazione: 2021

 

 

 

 

 

Sinossi. E’ il 12 agosto e lispettore Marzio Santoni, detto Lupo Bianco, con il fido assistente Kristal Beretta si ritrova a indagare sullimprovvisa morte di Ugo Franzelli, lanziano medico condotto di Valdiluce. Cosa è accaduto in quella baita isolata tra le montagne? Nella sua vita intrecciata con strani personaggi, sostanze proibite, denaro e donne, Franzelli aveva curato i mali degli abitanti del paese ma ne aveva anche custodito i segreti: tra le sue carte c’è un dipinto incompiuto dove in mezzo a una ghirlanda colorata spunta il volto di un giovane: potrebbe essere lui lassassino? Il profumo di una pietanza che aleggia nella baita ossessiona lispettore, ma per la prima volta anche il suo infallibile olfatto sembra non riuscire più a individuare gli ingredienti. E a complicare il quadro è giunto a Valdiluce un gruppo di tosatori di pecore maori, portando con sé un altro oscuro enigma: il loro capo Mikaere è riuscito a insidiare il cuore di Ingrid Sting, la fidanzata di Santoni? Lindagine si disperde subito in decine di piste, perché tutti i testimoni hanno qualcosa da nascondere. Tra rivelazioni incrociate e scambi di accuse, Santoni si trova a fronteggiare un caso terribilmente intricato, in cui ogni ricostruzione è un pasticcio, ogni ingrediente è un indizio.

 

Recensione

Cosa sta succedendo a Valdiluce, la fiabesca località dell’Appennino ricca di boschi e di tranquillità? Il carattere incantato di questo posto così affascinante viene accentuato dai nomi dei luoghi specifici come il Fosso dei Sambuchi, il bosco dei faggi del Turchino, il Pian delle Felci, la Fonte del Lupo e la Valle delle Motte che suggeriscono un’immagine paradisiaca ma anche nell’Eden esisteva il male sotto forma di serpente.

Questa volta l’ispettore Marzio Santoni detto Lupo Bianco, responsabile del posto di Polizia di Valdiluce deve indagare sulla morte del dottor Ugo Franzelli ex medico condotto del paese.

La morte sembra dovuta a cause naturali ma Santoni, guidato dal suo fiuto eccezionale che gli consente di riconoscere profumi, odori e suggestioni olfattive capisce che qualcosa non torna.

Proprio seguendo le tracce odorose di una natura quantomai protagonista, l’ispettore capisce i tanti segreti di un gruppo chiuso e omertoso come tutti i paesi isolati.

Franzelli è morto forse a causa dei farmaci che teneva in casa?

Nella nota finale Matteucci ricorda che nel greco antico il medesimo termine farmacoidentificava tanto il veleno quanto il rimedio medicamentoso.

Ma nell’antica Grecia il Pharmakosera anche il capro espiatorio che consentiva alla comunità di espellere il male.

Come scrive J. P. Vernant in L’uomo greco:

Allepoca in cui compariva in teatro Edipo (V sec. A.C.) esisteva ancora un rituale antichissimo di indubbia derivazione orientale: il Pharmakos. Ogni anno la comunità ateniese sceglieva uno dei suoi membri marginali, afflitto da deformazioni fisiche o psichiche, e lo metteva al bando, accompagnandolo in processione alle porte della città affinché con lui venisse espulso linsieme delle contaminazioni presenti nel gruppo sociale. Il Pharmakos deve attirare su di sé tutta la violenza malefica per trasformarla, con la propria morte, in violenza benefica, pace e fecondità. In greco classico la parola che ne deriva, pharmakon, significa al contempo male e rimedio, veleno ed antidoto, in una fase arcaica in cui le cose sacre contenevano il puro e l’impuro come varietà del medesimo genere.”

Da questo rito e mito deriva la parola farmaco e ciò indica la valenza terapeutica di questa usanza che si ritrova, mutatis mutandis, nel romanzo giallo classico dove il fine diventa la ricerca e la cattura dell’elemento perturbativo dell’equilibrio sociale per raggiungere una catarsi rigenerativa.

Nell’indagine Lupo Bianco affronta vari farmaci e veleni e anche una pozione di antichissima origina coma la teriaca, mistura di carne di vipera e 54 o persino 74 veleni e piante medicinali e aromatiche che si proponeva come panacea di tutti i mali.

Santoni capisce subito che il compito di individuare il perturbante ed assicurarlo alla giustizia ma ciò è molto complicato perché sono tanti i personaggi che hanno tanto da nascondere e che costituiscono un presepe di situazioni e atteggiamenti molto variopinto ed intrigante.

Miranda la Mirtillaia, il mugnaio Biancone, Osvaldo il Puzzone, Simone il Debosciato, Marianna la Barrocciaia, Mariella la Chiattona e tanti altri altri popolano il giallo formando la quinte ideale per un’indagine complessa ma ricca di fascino sia per Lupo Bianco, protagonista di questa serie che è giunta all’ottavo episodio, sia per il paesaggio sia naturale che umano che funge da cornice alla trama che vede partecipare anche dei tosatori maori giunti dalla lontana Nuova Zelanda per la stagione della tosatura.

Ambientato come nei gialli classici lontano dalle mille luci delle città “Un caso troppo complicato per l’ispettore Santoniindaga sui vizi privati e sulle pubbliche virtù di un paesino toscano e conquista il lettore con tante pennellate di colore locale e con un ispettore molto perspicace e seducente.

Franco Matteucci riesce con grande bravura a costruire un mondo narrativo molto ammaliante integrando una trama gialla non banale che lo inserisce a pieno titolo nel novero dei più interessanti giallisti italiani.

 

 

Franco Matteucci


Autore e regista televisivo, vive e lavora a Roma. Ha scritto, tra gli altri, i romanzi Il visionario (finalista al premio Strega, premio Cesare Pavese e premio Scanno), Festa al blu di Prussia (premio Procida Isola di Arturo Elsa Morante), Il profumo della neve (finalista al premio Strega). È autore della serie di gialli di grande successo che hanno per protagonista lispettore Marzio Santoni: Il suicidio perfetto, La mossa del cartomante, Tre cadaveri sotto la neve, Lo strano caso dellorso ucciso nel bosco, Delitto con inganno, Giallo di mezzanotte, Il mistero del cadavere sul treno e Un caso troppo complicato per lispettore Santoni. I suoi libri sono stati tradotti in diversi Paesi, tra cui Stati Uniti, Inghilterra, Russia, Canada e Australia e si sta lavorando al progetto di una serie TV.

 

Acquista su Amazon.it: