Uomini che restano




(Recensione di Anna Grippo)


Autore: Sara Rattaro

Editore: Sperling & Kupfer

Genere: Narrativa

Pagine: 250

Data di pubblicazione: 2018

 

 

 

Milano. Genova. Ci sono momenti nella vita in cui, inaspettatamente, tutto si stravolge e prende una direzione inaspettata; momenti in cui bisogna fare i conti con una realtà che risulta essere diversa da quella che pensavamo fosse e che magari ci mostrano che la persona al nostro fianco è completamente diversa da come la conoscevamo noi.

Questo è quello che accade a Fosca e Valeria le due protagoniste del nuovo romanzo “Uomini che restano” di Sara Rattaro.

Fosca abita a Milano insieme a suo marito Lorenzo, il quale un giorno, improvvisamente e nel momento meno opportuno, le confessa una verità che lo riguarda e che la sciocca, e che, per volere di lui, mette fine al loro matrimonio.

Per ritrovare se stessa Fosca scappa a Genova, città dove è nata e cresciuta, e si rifugia nella casa dei suoi genitori che al momento si trovano in vacanza.

 

Perché il luogo in cui nasci determinerà sempre chi diventerai e sapere da dove vieni è l’unico modo per poterti ritrovare”.

 

Qui, sul tetto del palazzo, mentre ripensa a quello che le è inaspettatamente piombato addosso, Fosca fa la conoscenza di Valeria, vicina di casa dei suoi genitori.

Apparentemente Valeria sembra una donna solare, perfetta, piena di vita, ma anche lei nella sua anima nasconde un grande dolore: suo marito l’ha lasciata nel momento di maggior bisogno. La donna infatti sta affrontando una grave malattia, ma l’uomo che ha sposato non è disposto a starle accanto nella cattiva sorte.

E così le due donne si ritrovano a farsi coraggio, a sostenersi l’un l’altra, e nasce un’amicizia vera, di quelle sulle quali sai che puoi sempre contare.

A differenza di Valeria, Fosca non ha messo una pietra sopra al suo matrimonio, ma spera ancora che suo marito cambi idea e ritorni da lei.

Valeria invece, non rivuole suo marito e anzi, fa fatica anche a far entrare nella sua vita Fabrizio, un suo collega che ha da tempo una cotta per lei.

Con questo nuovo romanzo Sara Rattaro scava dentro l’anima dei suoi personaggi e arriva dritta al nostro cuore, mette a nudo le nostre emozioni, ci fa riflettere a fondo sulla vita e le sue vicissitudini, e ci fa pensare a come sarebbe la nostra vita se avessimo preso decisioni diverse.

Ma quali sono gli uomini che restano?

Sono quelli come Fabrizio che non si arrende davanti ad un no, forse perché sa cosa vuol dire soffrire dato che la vita lo ha messo duramente alla prova; sono quelli come Alessandro capaci di rimanere vicino alla donna che da anni amano segretamente pur di starle accanto e aiutarla nel momento del bisogno; ma sono anche quelli come Lorenzo che pur allontanandosi sono sempre disponibili se serve.

Il libro è sviluppato prevalentemente a due voci: quella di Fosca e quella di Valeria, salvo avere nella parte finale due capitoli dedicati ad Alessandro e Lorenzo.

Un romanzo sull’intensità della vita e sulle seconde possibilità.

 

 

 

Sara Rattaro su THRILLERNORD 

Sara Rattaro è nata a Genova, laureata in biologia e scienze della comunicazione, ha lavorato come informatore farmaceutico prima di dedicarsi completamente alla scrittura, la sua più grande passione.