Black Village




Recensione di Leonardo Di Lascia


Autore: Lutz Bassmann

Editore: 66thand2nd

Traduzione: Albino Crovetto, Ida Merello

Genere: post esotismo

Pagine: 224

Anno di pubblicazione:2019

 

 

 

 

Sinossi. Myriam, Goodmann, Tassili. Avanzano nel buio oltre la vita, rischiarati da una debole fiammella sprigionata dalla mano di Goodmann. Una volta erano esseri umani, ma adesso sono condannati a vagare in un’oscurità densa, in attesa di una fine che forse non arriverà mai. Il tempo intorno a loro procede a singhiozzo, si stira, si blocca, un tempo capriccioso e ballerino che viola le naturali leggi dell’universo. Per misurarlo, per dare un senso a questa bizzarra durata, decidono a turno di inventare brevi racconti: visioni di un mondo post-apocalittico, colloqui strampalati destinati a selezionare volontari pronti per morire, silenziose rappresentazioni teatrali, creature mutanti, monaci buddisti, killer spietati. Ma le storie rimangono sospese, così come eternamente sospeso è il destino dei protagonisti, invischiati nello spazio oscuro. E al di là dello spazio oscuro, ancora, la notte.

 

 

 

Recensione

Black Village è un testo che rientra nella corrente letteraria definita post-esotismo, ossia scrivere al di fuori di ogni schema senza una definizione vera e propria di genere, una specie di scrittura no rules.

E’ un romanzo nero composto da  una serie di storie nere, da non confondere con i racconti, dove i protagonisti non sono vivi, direi più che sono morti, ma una morte di transizione dove ancora anime e coscienza sono presenti. La vita migliora? No peggiora a dismisura, si vaga in una no-zone senza sapere dove andare e cosa fare, una fase più avanzata del limbo.

Il testo come detto sopra si compone di 30 storie, dove tutti i protagonisti sono legati da questo filo conduttore post esotico e post apocalittico. Le location e i personaggi sono bizzarri e  diversi, si parte dalla Cina, fino ad arrivare in Russia, si passa da opere teatrali a vita di tutti i giorni, mostri, alieni…

Un romanzo nero non solo nelle storie ma soprattutto nello stile. Tutti dovrebbero affrontare una lettura del genere una volta nella vita….

 

 

Lutz Bassmann


Lutz Bassmann Prigioniero a vita in un carcere di massima sicurezza, Lutz Bassmann è, insieme a Elli Kronauer e Manuela Draeger, uno dei principali esponenti tra gli autori immaginari del post-esotismo, il movimento letterario fondato da Antoine Volodine. Black Village è il suo quinto libro, ma il primo pubblicato in Italia nell’ambito del progetto di diffusione della letteratura post-esotica intrapreso da 66thand2nd.

 

Acquista su Amazon.it: