Il cuore di Frankenstein




Recensione di Leonardo Di Lascia


Autore: Antonella Di Luoffo

Editore: eretica

Genere: thriller/horror

Pagine: 172

Anno di pubblicazione: 2019

 

 

 

 

 

Sinossi. Un mostro si aggira da vent’anni nella foresta bavarese. Si è allontanato dagli uomini ma di nascosto frequenta la biblioteca di Ingolstadt dove impara a conoscere il mondo, le arti e la mitologia greca dalla quale trae il nome che porta: Prometeus. Un giorno salva la vita a Karl Reinholdt, pioniere della chirurgia, che per questo decide di operarlo per cancellargli le cicatrici. A lui, dopo questa prima metamorfosi, rivelerà la sua identità.

Recensione

Qui ci troviamo di fronte all’esperimento dell’esperimento.

L’autrice Di Luoffo ci mette davanti una storia letta e riletta, vista e rivista ma reinterpretata e con un finale diverso.

Un lavoro non scontato e oserei dire geniale.

Un libro che non ci racconta solo una storia ma ci porta nel cuore e nella mente dei personaggi, facendoci conoscere un lato della storia tenuto sempre oscuro.

Prometeus ci fa toccare con mano la sua psiche e ci guida in un viaggio interiore molto coinvolgente.

Lo stile della scrittrice è fluido, senza disdegnare di raccontarci i particolari, la narrazione ricca di fascino porta il lettore in unambientazione gotica, catapultandolo in unaltra dimensione.

La Di Luoffo ci regala un testo innovativo e intrigante, consigliata la lettura a chi vuole rivivere un classico in una chiave diversa. Complimenti.

 

 

Antonella Di Luoffo


Antonella Di Luoffo, laureata in filosofia presso l’Università “La Sapienza” di Roma, è insegnante di sostegno nella scuola superiore. Autrice del saggio Educazione al rispetto delle omosessualità (2008), ha collaborato con lo storico trentino Giuseppe Sittoni al libro Fatti di Resistenza (2017). Dal 2009 scrive per il magazine online psicolab.net.
 

Acquista su Amazon.it: