Legami di sangue




Recensione di Leonardo Di Lascia


Autore: Jonathan Moore

Traduzione: G. Fattoretto

Editore: Leone editore

Collana: Mistéria

Genere: noir

Pagine: 409

Anno di pubblicazione: 2019

 

 

 

 

 

 

Sinossi. L’investigatore privato Lee Crowe non vede l’ora di prendersi una bella vacanza in Messico. Ha passato le ultime cinque settimane della sua vita in uno squallido hotel della periferia di San Francisco, a condividere il bagno con una prostituta e un tossico, solo perché la sua stanza si trovava esattamente sopra quella di DeCanza, un pentito messo sotto torchio dall’Fbi su cui era incaricato di indagare. Il suo compito è riuscito e Crowe ha scoperto un modo di far ritrattare la testimonianza a DeCanza, ma proprio la mattina dell’udienza decisiva per il processo, Lee esce dall’albergo e trova il corpo di una giovane donna schiantatosi sul tettuccio di una RollsRoyce. Non riesce a trattenersi dallo scattare qualche foto da vendere ai giornali, si tratta di soldi facili in fondo, e attira così l’attenzione di Olivia Gravesend, la ricchissima madre della vittima, che lo assume per indagare sulla morte della figlia Claire. Lee scopre presto che la chiave del caso sembrano essere le misteriose origini della ragazza, ma quando un sicario tenta di piantargli un coltello nel petto capisce che presto rimpiangerà di non essere scappato in Messico….

 

 

Recensione

Diamo il bentornato a Jonathan Moore che dalla sua casa alle Hawaii ci regala un grande thriller.

Un semplice suicidio, una ragazza che muore schiandosi sul tetto di una RollsRoyce e Lee Croowe, l’investigatore privato, che non può fare a meno di scattare delle foto.

La madre della ragazza, la ricca Olivia Gravesend, assume Croowe per indagare sulla morte della figlia, non credendo al suicidio. Da questo momento inizia una seconda storia, la verità non è come appare, il passato della ragazza si rivelerà la causa della sua morte.

Il personaggio di Lee Croowe è il fulcro del romanzo. Il suo modo di conoscere e cavalcare il Sistema danno una marcia in più alla storia, e permettono di far entrare il lettore all’interno del caso, facendogli vivere l’indagine in prima persona. Un personaggio mai banale e molto sicuro di sè, intelligente e scaltro, ma mai stucchevole.

Un thriller che non bada a fronzoli, Legami di sangue, il contorno della storia e le descizioni non distraggono il lettore dal thrilling ma colorano il romanzo e danno pienezza alla storia.

La scrittura fluida e visionaria di Moore permette al lettore di non staccarsi dalle pagine e rendono il libro un chiodo fisso.

Un thriller del 2019, moderno, ritmato come una serie tv, dove non mancano i colpi di scena e dove i cattivi sono veramente cattivi e i legami…sono veri legami…a buon intenditore poche parole.

 

 

Jonathan Moore


Jonathan Moore vive alle Hawaii con la moglie e il figlio. Quando non è impegnato a scrivere, lavora come avvocato. Prima di laurearsi in Giurisprudenza a New Orleans, è stato insegnante di inglese, ha guidato escursioni in rafting sul Rio Grande, è stato counselor in un centro di recupero per giovani delinquenti nel deserto del Texas e investigatore per un avvocato penalista a Washington, D.C. I suoi romanzi sono tradotti in tutto il mondo e in Italia ha già pubblicato nel 2016 L’artista dei veleni con Newton Compton.

 

Acquista su Amazon.it: