L’ultima messa del gastaldo




 Un misterioso delitto per il capitano Rotario

tra piste massoniche e vendette passionali.


Autore: Diego Lavaroni

Editore: Gaspari

Genere: Noir

Pagine: 209

Anno di pubblicazione: 2022

Sinossi. La Notte di Natale del 1843, dopo la messa di mezzanotte, a Buttrio fu assassinato Girolamo Zecchini, gastaldo del conte d’Attimis Maniago. Il Commissario distrettuale del Regno Lombardo-Veneto affidò le indagini al capitano della gendarmeria Valerio Rotario. Furono analizzate la pista massonica, quella della vendetta passionale, ma anche della rappresaglia politica, date le frequentazioni della vittima con gli ambienti risorgimentali. Furono persino rievocate passate vicende ereticali e stregonesche. Ma il capitano Rotario disponeva di risorse intuitive, grandi riserve di logica e di una notevole dose di pragmatismo, saranno sufficienti per districare questo ginepraio? Diego Lavaroni psicologo, psicoterapeuta, autore di saggi e di volumi, si occupa di studi e ricerche in ambito psicologico e delle tradizioni popolari.


L’ultima messa del gastaldo

A cura di Paola Iannelli


 Recensione di Paola Iannelli

Calarsi nelle memorie popolari è un compito arduo, immergere la memoria nel soporoso mondo antico, fatto di tradizioni e lenti ritmi, sembra opera ardita. Eppure l’autore di questo noir affonda la storia delittuosa con sapiente giogo di parole e riferimenti storici.

Siamo nella notte di Natale, luci e canti allietano la sacra novella e un paesino del Lombardo – Veneto, è teatro di un delitto, muore un uomo di profilo alto, tale Girolamo Zecchini, fiduciario del conte d’Attimis Maniago. 

1843: anno simbolo per l’inizio di quello che sarà ricordato nella storia del nostro paese, come l’anticipo di moti rivoluzionari, che di lì a pochi decenni porteranno l’Italia al superamento del primo stato embrionale di accento repubblicano.

Le morti violente non sono rare, l’uso di armi era ben consentito e giustificato dall’alto tasso di violenza regnante per le strade. Le indagini vengono affidate a un giovane capitano di gendarmeria, tale Valerio Rotario, il quale riuscirà a intrecciare le fila di questo caso all’apparenza complesso.

Le ricche dimore dei notabili del tempo accolgono ospiti e viaggiatori, mentre nelle locande di terz’ordine si perpetua uno stile di vita dissoluto, ai limiti della morale. Luoghi dove gli animi umani restituiscono il peggiore lato di sé.

Il clima è freddo, gelido, carico di tensione e meraviglia, per l’inspiegabile assassinio, avvenuto per giunta nella notte delle notti, durante la quale si celebra l’evento più significativo per i cattolici osservanti.

Le nuove idee risorgimentali alimentano i venti del cambiamento, contaminando le prime indagini, ma l’occhio esperto del capitano saprà cogliere le sfumature minime che determineranno la risoluzione finale.

Un noir il cui linguaggio alberga nei modi e uso di termini aderente alla realtà storica, dove ogni passaggio è con sapienza incastrato nel meraviglioso affresco di un secolo così turbolento, e al contempo intrigante agli occhi del lettore moderno.

Acquista su Amazon.it: 

Diego Lavaroni


psicologo, psicoterapeuta, autore di saggi e di volumi, si occupa di studi e ricerche in ambito psicologico e delle tradizioni popolari. per la Gaspari ha pubblicato Il covo delle streghe (2020) e Voci popolari della Resistenza (2021)

A cura di Paola Iannelli

https://paolaiannelli.it/