Quel che la marea…




QUEL CHE LA MAREA NASCONDE 


Autrice: María Oruña

Traduttori: Ersilia Serri, Tiziana Masoch,

Elisa Leandri, Monica Magnin

Pagine: 456

Genere: thriller

Pubblicazioni: 14 Giugno 2022

 

 

 

 

 

Sinossi. Judith Pombo, facoltosa imprenditrice e presidente del più esclusivo tennis club di Santander, viene ritrovata morta nella cabina della goletta di proprietà del circolo, quando a bordo sta per svolgersi una cena di gala. È stata pugnalata al cuore, ma la cabina era chiusa dall’interno, non c’era nessuno oltre al cadavere e dell’arma del delitto non v’è traccia… Così alla tenente della Guardia Civil Valentina Redondo tocca affrontare il caso più complicato della sua carriera proprio mentre cerca di ricuperare un equilibrio e un senso nella vita privata, segnata da un recente dramma. Lei e la sua variegata squadra si immergeranno nei più torbidi segreti dell’alta società, imparando a conoscere la vittima, donna potente e prepotente, e gli invitati presenti a bordo nella sera fatale: ognuno di loro potrebbe credere, a torto o a ragione, di avere qualcosa da guadagnare dalla morte di Judith. María Oruña rende esplicitamente omaggio ai classici gialli della «camera chiusa» in un romanzo moderno e originale. Con grande maestria, costruisce personaggi credibili e capaci di evolversi − fra cui spiccano le due figure della protagonista e della vittima, diversissime ma entrambe forti, indipendenti, ossessionate dal controllo − e un intreccio appassionante che, senza lasciare un attimo di tregua, pone sfide continue alle capacità deduttive del lettore.

 

Recensione di Giusy Ranzini

L’indagine su un delitto commesso in una camera chiusa dall’interno rappresenta la quintessenza del giallo classico. Un sottogenere della narrativa classica poliziesca in cui un reato, quasi sempre omicidio, viene svolto in circostanze apparentemente impossibili.

In, “Quel che la marea nasconde”, La protagonista, Valentina Redondo, Guardia Civil, si troverà di fronte a un “un enigma a camera chiusa”,  

Lo spazio ristretto e il poco tempo a disposizione, aumentano la suspense e la tensione nel lettore, fino all’agognata conclusione, corredata di spiegazione perfettamente logica delle modalità e motivazioni del crimine.

Avvincente, appassionante, intrigante, è un thriller che si ama dalla prima pagina fino alla conclusione del romanzo.

Sarà un piacere immergersi, con la protagonista, in un caso complesso, anzi il più complesso che abbia  mai dovuto affrontare, presentato con potenza e capacità dall’autrice.

La scrittura di María Oruña è un insieme di forza e delicatezza, poesia e crudeltà.


Le parole corrono tra le pagine, invischiando il lettore  in una trama dove, ritmo, sorprese e suspense, si rinnovano continuamente con la precisione e la maestria di chi sta raccontando una storia, prendendosi tutto il tempo a disposizione per scandire i passaggi incisivi.

Coinvolgente, dall’inizio fino all’inatteso finale, questo romanzo non può mancare al lettore che ama il thriller classico e di classe.

 

 

Acquista su Amazon.it:

 

María Oruña


María Oruña (Vigo, 1976), laureata in Legge, ha esercitato per dieci anni come avvocato. Nel 2013 pubblica il suo primo romanzo, La mano del arquero, e nel 2015, con il successo internazionale di Puerto escondido, decide di dedicarsi interamente alla letteratura. Quel che la marea nasconde è il quarto libro della serie dedicata alle indagini di Valentina Redondo, e il primo tradotto in italiano.