Un caso complicato…




Recensione di Laura Piva

Autore: Paul Pilkington

Editore: Newton Compton

Pagine: 336

Genere: Thriller

Anno Pubblicazione: 2016

 

 
 

 
 

 

La ventottenne Emma Holden è una giovane attrice inglese emergente. A pochi giorni dalle nozze con Dan, durante la festa di addio al nubilato, il futuro marito scompare misteriosamente.
Inoltre, il fratello di Dan viene trovato in gravissime condizioni nell’appartamento della coppia. La polizia è convinta che l’autore del brutale pestaggio sia proprio il fidanzato di Emma. Per scagionare il compagno Emma inizia un’indagine che riporterà a galla episodi angosciosi del suo passato. Si sentirà lei stessa braccata e spiata e arriverà a dubitare di tutte le persone più care e persino dei suoi familiari più stretti, dato che tutti i personaggi coinvolti sembrano serbare segreti inconfessabili.

Questo libro d’esordio di Paul Pilkington è molto brillante e ben orchestrato.
Durante la narrazione emergono i lati oscuri di ogni personaggio: il lettore arriva a sospettare di tutti. La trama non è scontata ed il romanzo procede in un crescendo di adrenalina e curiosità. Ho trovato bello anche il modo di trattare un tema di grande attualità come quello dello stalking attraverso le vicissitudini della protagonista.

 

Paul Pilkington


 È stato autore radiotelevisivo per oltre vent’anni – ha lavorato per BBC radio e ITV Television – e ha scritto il suo romanzo d’esordio, Un caso complicato per Emma Holden, ispirato dagli autori di thriller che ha sempre amato, come Harlan Coben e Nicci French.  La saga che ha per protagonista Emma Holden si compone di altri due romanzi che non sono stati ancora tradotti in lingua italiana.