Un’ombra nell’acqua




Recensione di Cristina Marra


Autore: Catherine Steadman

Traduzione: L. Bernardi

Editore: Longanesi

Genere: thriller

Pagine: 416

Anno di pubblicazione: 2019

 

 

 

 

 

 

Sinossi. Norfolk, oggi. La terra è pesante, compatta, sembra non finire mai. Erin scava da tre quarti d’ora e le sue forze cominciano ormai a cedere, insieme alla determinazione. Ma non ha scelta, deve continuare. Nonostante la fatica, la paura, il dolore e l’incredulità. Vorrebbe tanto che lì ad aiutarla ci fosse qualcuno che ama e di cui si fida. Ma è impossibile, perché la persona che ama di più al mondo è proprio quella destinata a finire in quella fossa…
Solo poche settimane prima, Erin e Mark sono una coppia perfetta. Lei è una giovane documentarista che si prepara a un’importante svolta professionale; Mark è un trader londinese di grande fascino, con un futuro brillante che lo aspetta. Ormai prossimi al matrimonio, sembrano avere tutto. Finché Mark non perde il lavoro e le prime crepe iniziano ad apparire nella loro vita perfetta. Nonostante gli inattesi ostacoli, sembrano entrambi determinati a far funzionare il rapporto. Prenotano quindi la luna di miele dei loro sogni, certi che tutto andrà per il meglio. Giunti finalmente sull’isola di Bora Bora, decidono di dedicare una giornata alle immersioni. Erin ne ha il terrore, ma sa di essere al sicuro con Mark, e si lascia convincere ad accompagnarlo. Va tutto magnificamente, fino a quando non trovano qualcosa nell’acqua, che sin dal primo istante getta un’ombra cupa sulla loro vita. Erin e Mark vogliono mantenere segreta la loro scoperta. Dopo tutto, se nessun altro sa, non dovrebbero avere nulla di cui preoccuparsi. Ma la loro decisione scatena una devastante catena di eventi che metterà in pericolo tutto ciò che hanno a cuore, spingendoli a dubitare l’uno dell’altra…

 

 

Recensione

Una coppia felice, almeno così pare essere quella formata da Erin e Mark. Lei, Erin Locke, documentarista di talento, alle prese con un nuovo incarico di interviste a tre detenuti in procinto di lasciare il carcere, lui, Mark Roberts, trader di successo e trentenne affascinante “bravissimo a capire gli altri, specializzato in fondi sovrani, si è fatto assumere da una banca piu’ grossa, ha ottenuto varie promozioni, poi è scoppiato tutto.

Cioè è arrivata la crisi”. La coppia è la protagonista di “Un’ombra nell’acqua” il thriller psicologico di Catherine Staedman edito da Longanesi e narrato in prima persona da Erin. Dopo aver convissuto per tre anni, Mark, il giorno del suo trentacinquesimo compleanno sorprende la compagna chiedendole di diventare sua moglie.

Partono i preparativi per una cerimonia che si prennuncia da favola, quando la minaccia del licensiamento di Mark innesca una catena di cambiamenti che rischia di minare il loro rapporto. Tutto va ridimensionato e ridotto, dalla cerimonia, al menu, al viaggio di nozze a Bora Bora di solo pochi giorni.

Atteggiamenti e stati d’animo sono indagati dall’autrice che lascia parlare la sua protagonista, svestendola da orpelli o maschere, Erin è una donna “in fuga dalla sua vita”, una vita che a volte dà e a volte prende. Si affida a Mark, esperto sub e a Bora Bora sfida la sua vecchia paura per le immersioni. Il fondo marino rivelerà straordinarie bellezze e uno sconvolgente ritrovamento.

Cosa fare di quel segreto?

Come comportarsi?

La decisione della coppia non è delle piu’ facili e comporterà rischi fino a far sorgere sospetti dell’uno nei confronti dell’altra. Erin racconta in un flusso di ricordo e sensazioni le loro giornate e la perdita di fiducia. Nel romanzo i luoghi si fanno personaggio, Londra, Bora Bora e il Norfolk sono specchio della coppia e della loro storia e se Londra è come Mark, Bora Bora rispecchia Erin e il mistero del Norfolk fa da custode con la sua fitta vegetazione.

L’autrice volto noto della serie Downton Abbey è abile nello scrivere un thriller con elementi noir che comincia con lo scavo di una fossa, a scavare a fondo è Erin che”vorrebbe tanto che lì ad aiutarla ci fosse qualcuno” invece è sola e leva mucchi di terra e di pensieri. Erin è una donna che forse crede piu’ all’amicizia che all’amore e in un certo modo legherà il suo destino a quello dei criminali che ha intervistato.

L’intreccio narrativo non trascura nessuno dei personaggi che sono tutti legati da un filo sottile ma resistente in cui la menzogna di Erin è a lungo termine come pure il suo scavo, “quanto ci vuole a scavare una tomba? Ve lo siete mai chiesto?Bè mistero svelato. Ci vuole un’eternità. Almeno il doppio di quello che pensate” come succede a scavare dentro se stessi.

 

 

 

 

Catherine Steadman


Catherine Steadman: è un’attrice e una Lane Fox in Downton Abbey. Cresciuta nel New Forest, in Inghilterra, vive a Londra. Un’ombra nell’acqua, un thriller che sta conquistando i lettori di tutto il mondo, è il suo primo romanzo.

 

Acquista su Amazon.it: