Donna che Ascolta




Donna che Ascolta


Autore: Tony Hillerman

Editore: HarperCollins Italia

Traduzione: Seba Pezzani

Genere: Thriller

Pagine: 288

Anno di pubblicazione: 2022

 

 

 

Sinossi. La sciamana cieca chiamata Donna che ascolta accusa le streghe e gli spiriti e il male ancestrale. Ma Joe Leaphorn, capo della polizia tribale navajo, è convinto che il mostro che ha brutalmente ucciso un vecchio e una ragazzina sia del tutto umano. La soluzione per questo orribile crimine si cela tra i segreti di un uomo morto e fra le pieghe di un misterioso evento avvenuto cento anni prima. Ma ignorare le visioni e gli avvertimenti di una venerabile sciamanapotrebbe essere molto imprudente, perché le indagini di Leaphorn lo portano molto lontano da quello che potrebbe sembrare razionale… e molto vicino a qualcosa di ben più pericoloso rispetto a ciò che Joe Leaphorn immagina…

 

Recensione di Marina Toniolo

Se avete voglia di cimentarvi con un thriller diverso dal solito non esitate a scoprire questo autore.

La storia è molto semplice eppure in qualche modo estremamente complessa per la diversità di argomenti e punti di vista.

Donna che Ascolta, una vecchia navajo cieca, deve capire qual è il male che affligge Hosteen Tso. E’ accompagnata dalla nipote e, mentre si ritira per ascoltare le rocce, il malato e la ragazza vengono uccisi. Compito di Leaphorn è quello di comprendere cosa è realmente avvenuto e se in qualche modo i Lupi navajo e un elicottero che è scomparso con a bordo il bottino di una rapina sono collegati.

Il navajo adeguava se stesso per restare in armonia con l’universo. Quando la natura tratteneva la pioggia, il navajo studiava il modello di tale fenomeno – così come studiava il modello di tutte le cose – per individuarne la bellezza e vivere in armonia con essa”.

E’ proprio la ricerca della bellezza che mi ha colpita maggiormente: memorabile il rituale di iniziazione di una bambina diventata ragazza in un hogan sperduto su una mesa, con donne che cucinano e uomini che cantano. Scopro che il popolo navajo canta per celebrare ogni avvenimento e per ricordare la storia che lo contraddistingue da altre popolazioni. Indiane. Scopro che la società navajo è matriarcale e che donne e uomini hanno pari dignità in ogni ambito della vita quotidiana.

L’ambientazione si colloca nel deserto a ovest delle montagne rocciose, nella riserva indiana, tra Utah, Nuovo Messico e Arizona. Un luogo poverissimo, arido, solcato da alvei di torrenti secchi e ricco di canyon e vegetazione di arbusti.

Solo un navajo esperto come Leaphorn può muoversi nei meandri delle rocce e capire cosa nascondono gli anfratti assolati. Non è difficile immedesimarsi nella storia: la scrittura è fluida e coinvolgente e resto affascinata dalla figura di questo capo della polizia che ama la logica e l’armonia.

Leaphorn non disse nulla. Doveva esserci un senso. Una ragione. Doveva rientrare in un modello di causa ed effetto. Il senso dell’ordine di Leaphorn insisteva al riguardo. Quando la causa sembrava folle in base ai normali standard umani, l’intelletto di Leaphorn si metteva a cercare l’armonia nella realtà caleidoscopica della follia”.

Questo è un libro profondamente mistico, un ode alla sensibilità e alla capacità di comprensione del popolo indiano. E di come la natura stessa di essere navajo venga travisata per scopi criminosi.

Trovo che sia anche un gran thriller capace di tenere incollato il lettore alle pagine, alternando sapientemente descrizioni vivissime di paesaggi a scene di lotte e inseguimenti.

Da innamorarsi: questo capitolo di Leaphorn di Tony Hillerman non era ancora stato pubblicato in Italia.

Acquista su Amazon.it:

 


Tony Hillerman


Tony Hillerman (Sacred Heart27 maggio 1925 – Albuquerque26 ottobre 2008) è stato uno scrittore statunitense di libri gialli. È morto ad Albuquerque, in Nuovo Messico il 26 ottobre 2008 per insufficienza polmonare. Ha scritto thriller di grandissimo successo pubblicati, oltre che negli Stati Uniti, in InghilterraFranciaGermaniaSpagnaPortogalloFinlandia ed Italia. Personaggi principali dei suoi gialli “etnici” sono il tenente della polizia navajo Leaphorn ed il sergente Jim Chee. Profondo conoscitore del mondo dell’ovest statunitense e delle riserve indiane, nelle sue opere miscela temi polizieschi, thriller e spiritualismo indiano.

A cura di Marina Toniolo

https://ilprologomarina.blogspot.com/