Intervista a Cinzia Giorgio




A tu per tu con l’autore

 

 

Saga familiare, romanzo storico, romance: secondo lei qual è il genere che meglio rappresenta il suo romanzo? Lo sente più saga familiare? Più storico? O ritiene che sia la storia d’amore a dare più peso al libro?

I migliori anni è soprattutto per me la storia di una famiglia, quella di mia nonna Maria. Il punto di vista da cui leggiamo l’avvicendarsi degli eventi appartiene dunque a una giovane donna, che si affaccia alla vita e ne scopre gioie e dolori in un momento storico ben preciso: la Seconda guerra mondiale.

 

 

 

Cosa direbbe sua nonna se leggesse questa storia? Sarebbe contenta del ritratto che ha fatto del suo personaggio?

Spero tanto di sì. Ho cominciato a scrivere questo romanzo quando lei era ancora viva e l’ho finito quindici anni dopo, per tante ragioni. Una per tutte: volevo rendere omaggio a una donna straordinaria e molto moderna che ho avuto la fortuna di avere come nonna.

 

 

 

 

Qual è la caratteristica che le sembra più qualificante del personaggio “Matilde”? Se dovesse descriverla con un solo termine, come la descriverebbe?

Testarda. Matilde è una donna tenace, orgogliosa che guarda sempre avanti. Ma di certo la caratteristica che la descrive al meglio trovo che sia la testardaggine.

 

 

 

Quale tipologia di lettore, secondo lei, potrebbe meglio apprezzare il suo libro?

Chi ama le storie di donne forti e cocciute, chi ama le storie di amori contrastati e gli intrecci familiari. Ma in realtà I migliori anni non è rivolto a un target preciso di lettori, mi auguro che chi lo legge possa trovare sempre un pezzo di sé.

 

 

Mi sarebbe piaciuto conoscere meglio la figura della figlia di Matilde: anche lei mi è sembrata, per quel poco che ho letto, una ragazza piuttosto di carattere e decisa. Cosa avrebbe da dire Eleonora se potesse avere un capitolo tutto dedicato a lei?

Per parlare di Eleonora dovrei parlare di mia madre! Un capitolo tutto suo? Non lo vorrebbe, forse. Eleonora è una donna tenace come sua madre, ma pratica e ben decisa a realizzarsi. Parla poco e dimostra con i fatti. Il capitolo dedicato a lei sarebbe pieno di descrizioni e con pochi dialoghi, ma serrati!


A cura di Stefania Ceteroni


Acquista su Amazon.it: