SERIE TV IMPERDIBILE. LA CATTEDRALE DEL MARE




A cura di Giulia Manna

La cattedrale del mare (La catedral del mar) è una serie televisiva spagnola, composta da 8 episodi, trasmessa su Antena 3 dal 23 maggio al 18 luglio 2018 ogni mercoledì alle 22:50, ed è stata anche trasmessa su TV3 dal 27 agosto al 9 ottobre 2018. È basata sull’omonimo romanzo scritto da Ildefonso Falcones, che segue un servo della gleba che vuole cambiare il suo destino.

In Italia la serie è stata interamente distribuita su Netflix il 1º settembre 2018 e trasmessa in chiaro per 4 puntate ogni martedì in prima serata su Canale 5 dal 19 maggio al 9 giugno 2020 con due episodi a settimana.

 

Trama. 

Nel XIV secolo, Barcellona è in uno dei momenti più prosperi della sua storia: la città è cresciuta fino alla Ribera, un umile quartiere di pescatori, dove si sta costruendo la chiesa di Santa María del Mar. In questo contesto un servo, Arnau Estanyol, arriva a Barcellona dopo essere fuggito insieme a suo padre dagli abusi dei signori feudali. Arnau lavorerà come palafreniere, facchino e soldato, per poi diventare un uomo libero. La sua ascesa sociale lo porterà dalla miseria ad una vita agiata da cambiavalute, il che risveglierà l’invidia dei suoi nemici, che trameranno un complotto e metteranno la sua vita nelle mani dell’Inquisizione.

 

Personaggi

Arnau Estanyol, interpretato da Aitor Luna. Figlio di un contadino fuggitivo, cresce nel quartiere della Ribera con i bastaixos (scaricatori di porto) impegnati nella costruzione della chiesa di Santa Maria del Màr. Ben presto riesce a scalare la piramide sociale della città ottenendo prestigio e denaro. Viene obbligato a sposare Elionor, la pupilla del Re, la quale per odio accuserà Arnau di eresia davanti all’inquisitore generale del regno. Viene salvato dalle grinfie dell’inquisizione dalla host della città e dai soldati del re, mantenendo il titolo di Console del Mare (assegnatoli dal popolo) e di Barone (assegnatole dal re precedentemente) sposando Mar dalla quale avrà un bambino che chiamerà come il padre: Bernate.

Joan Estanyol, interpretato da Pablo Derqui. Fratello adottivo di Arnau diventa Frate Domenicano e subito dopo inquisitore. Aiuterà donna Elionor nel sequestro di Mar, subendo alla fine un triste destino.

Mar Estanyol, interpretata da Michelle Jenner. Orfana di una famiglia di bastaixos morti durante l’epidemia di peste nera del 1348 all’età di 15 anni viene adottata da Arnau, vedovo a soli 28 anni dopo aver perso la moglie Maria a seguito della pestilenza. Viene fatta sequestrare dalla nuova moglie di Arnau per pura gelosia, riuscirà a sposare Arnau del quale innamorata da anni solo 20 anni più tardi liberandolo dalle mani dell’inquisizione.

Sahat, interpretato da José María Pou. Schiavo di Arnau, lo aiuterà in tutto e per tutto. Legherà molto con Mar, considerandola una figlia.

Elionor, interpretata da Silvia Abascal. Pupilla del Re, fermamente convinta della superiorità dei nobili sul popolo, viene costretta a sposare Arnau per volontà del Re, suo tutore. Farà sì che Mar venga rapita, e morirà tra le fiamme nella sua stessa casa, insieme a Joan.

Francesca Esteve / Ribes, interpretata da Nathalie Poza. Madre di Arnau, viene separata dal figlio in giovane età, il quale incontrerà anni dopo durante la guerra, per merito dell’amante del figlio la quale mentirà per avvicinarsi. Dopo esser stata separata dal figlio diventerà una prostituta. Sarà processata con il figlio dall’inquisizione al quale mentirà dicendo di non aver mai avuto figli.

Personaggi secondari

Margarida Puig, interpretata da Anna Moliner.

Raquel, interpretata da Paula Iwasaki.

Cesc Bastaix, interpretato da Jordi Aguilar.

Jordi Bastaix, interpretato da José Milán.

Jaume de Bellera, interpretato da Iñaki Font.

Grau Puig, interpretato da Ginés García Millán.

Hasdai Crescas, interpretato da Ramón Madaula.

Felip de Ponts, interpretato da Jorge Usón.

Padre Albert, interpretato da Tristán Ulloa.

Bernat de Cabrera, interpretato da Jordi Díaz.

Rey Pedro, interpretato da Tacho González.

Donaha, interpretata da Belén Ponce de León.

Isabel Puig, interpretata da Eva Rufo.

Jucef Crescas, interpretato da Alejandro Fuertes.

Raquel Crescas, interpretata da Anna Cortés.

Ramón Bastaix, interpretato da Andrés Lima.

Miquel, interpretato da Juanma Cifuentes.

Marina, interpretata da Trini Iglesias.

Berenguer de Montagut, interpretato da Fernando Sendino.

Gastó Segura, interpretato da Joaquín Notario.

María Cardona, interpretata da Ariadna Castellano.

Alesta Segura, interpretata da Veki Velilla.

Pau, interpretato da Fernando Sansegundo.

Capitano Ferrán Montaner, interpretato da Fernando Soto.

Bernat Estanyol, interpretato da Daniel Grao.

Ramiro Terrasa, interpretato da Pablo Olewski.

Margarida Puig, interpretata da Lucía Díez.

Mallorquí, interpretato da Kai Puig.

Arnau Estanyol, interpretato da Hugo Arbúes.

Joan “Joanet” Estanyol, interpretato da Álvaro Villaespesa.

Guiamona Puig, interpretata da Nora Navas.

Jaume, interpretato da Óscar Rabadán.

Joana, interpretata da Laura Domínguez.

Oriol, interpretato da Francisco José Lahoz.

Ahmed, interpretato da Ali El Aziz.

Llorenç de Bellera, interpretato da Alain Hernández.

Soldato, interpretato da Jorge Kent.

Habiba, interpretata da Julia Carnero.

Pere Esteve, interpretato da David V. Muro.

Simó, interpretato da Jonás Berami.

Nicolau D’Emeric, interpretato da Sergio Peris-Mencheta.

Pere, interpretato Pepo Oliva.

Loco Estanyol, interpretato da Abel Vitón.

Madre di Francesca, interpretata da Ana Labordeta.

Recensione:

Cavoli ragazzi stiamo parlando di “La cattedrale del mare” di Ildefonso Falcones e della sua rappresentazione audiovisiva! Non è pizza e fichi! Amo quel romanzo e deve essere stato difficilissimo ricavarne una buona serie televisiva cercando di rispettare la storia, l’ambientazione, la molteplicità dei personaggi e vicende toccate dal libro. Un’autentica impresa! Ben riuscita direi!  Non so chi di voi conosce questo capolavoro della letteratura spagnola, ma ha un ritmo davvero notevole, e così la serie.

Certo, non è il libro, ma ci è andata davvero molto vicina!

Per chi non conoscesse “La cattedrale del mare”, si tratta di uno dei più grandi successi di Ildefonso Falcones a cui poi è seguito “Gli eredi della Terra”.

Siamo a Barcellona nel XIV secolo. NeI cuore dell’umile quartiere della Ribera gli occhi curiosi del piccolo Arnau sono catturati dalle maestose mura di una grande chiesa in costruzione. Un incontro decisivo, poiché la storia di Santa Maria del Mar sarà il cardine delle tormentate vicende della sua esistenza. Figlio di un servo fuggiasco,  nella capitale catalana Arnau trova rifugio e quella sospirata libertà che a tutt’oggi incarna lo spirito di Barcellona, all’epoca in pieno fermento: i vecchi istituti feudali sono al tramonto e mercanti e banchieri in ascesa, sempre più influenti nel determinare le sorti della città, impegnata in aspre battaglie per il controllo dei mari. Intanto l’azione, dell’Inquisizione minaccia la già non facile convivenza fra cristiani, musulmani ed ebrei… Personaggio di inusuale tempra e umanità, Arnau non esita a dedicarsi con entusiasmo al grande progetto della “cattedrale del popolo”.

E all’ombra di quelle torri gotiche dovrà lottare contro fame, ingiustizie e tradimenti, ataviche barriere religiose, guerre, peste, commerci ignobili e indomabili passioni, ma soprattutto per un amore che i pregiudizi del tempo vorrebbero condannare alle brume del sogno. Arnau, interpretato da Aitor Luna, instaura un rapporto particolare con la Madonna del Mare. Si convince si essere protetto dalla Vergine Maria.

Mar, una bella e coraggiosa giovane interpretata da Michelle Jenner, si innamora di Arnau, ma i due non sono destinati a stare assieme. Il resto del cast include Pablo Derqui nel ruolo di Joan, il fratello adottivo di Arnau al quale la grande intelligenza apre le porte della chiesa consentendogli di studiare e di avere un futuro; José María Pou di Sahat, un nobile che introduce il protagonista ai segreti del commercio, nonché suo migliore amico e difensore; Silvia Abascal dell’arrogante Elionor, la cortigiana preferita del Re che per Arnau nutre un enorme disprezzo; e Andrea Duro di Aledis, figlia ribelle di un avido mercante che, infelice per il suo destino già scritto, viola le regole per vivere il suo amore e la sua passione.

Poi ci sono i Puig, i più vendicativi e spietati Signori di sempre.

Gli attori sono tutti molto bravi! Aitor Luna e Michelle Jenner su tutti, ma è la trama che ti incolla allo schermo ed è capace di catturare anche chi come me, avendo letto il libro, la conosce già.

L’odio e l’amore si rincorrono senza sosta! Non si fa in tempo a ricevere una brutta notizia che arriva una tragedia ancora più grande. Si gira e rigira attorno ad un destino pieno di ostacoli senza mai toccarlo. Pensavo che riportare un capolavoro del genere in serie televisiva, avrebbe fatto perdere molto alla trama, invece non è successo.

Piccola parentesi: persi la testa per i libri di Falcones. Quando andai a Barcellona, ormai diversi anni fa, feci di tutto per andare a vedere la Cattedrale del Mare. Avevo nostalgia di Arnau e degli altri protagonisti di questo libro e soprattutto volevo assaporare cosa poteva voler dire per un ragazzino trovarsi di fronte alla statua della Madonna del Mare e non avere altro che il suo conforto. Mi immedesimo sempre troppo nei libri che leggo, ma è proprio questo uno dei punti di forza della lettura!

Non perdetevi il libro e non azzardate a perdervi questa serie.

Buona visione!