La meccanica del cuore




Recensione di Fiorella Carta


Autore: Mathias Malzieu

Traduttore: Cinzia Poli

Genere: Narrativa

Editore: Feltrinelli

Pagine: 147

Anno: 2020

 

 

 

 

 

Sinossi. Nella notte più fredda del mondo possono verificarsi strani fenomeni. È il 1874 e in una vecchia casa in cima alla collina più alta di Edimburgo il piccolo Jack nasce con il cuore completamente ghiacciato. La bizzarra levatrice Madeleine, dai più considerata una strega, salverà il neonato applicando al suo cuore difettoso un orologio a cucù. La protesi è tanto ingegnosa quanto fragile e i sentimenti estremi potrebbero risultare fatali. Ma non si può vivere al riparo dalle emozioni e, il giorno del decimo compleanno di Jack, la voce ammaliante di una piccola cantante andalusa fa vibrare il suo cuore come non mai. L’impavido eroe, ormai innamorato, è disposto a tutto per lei. Non lo spaventa la fuga né la violenza, nemmeno un viaggio attraverso mezza Europa fino a Granada alla ricerca dell’incantevole creatura, in compagnia dell’estroso illusionista Georges Méliès. E finalmente, due figure delicate, fuori degli schemi, si incontrano di nuovo e si amano. L’amore è dolce scoperta, ma anche tormento e dolore, e Jack lo sperimenterà ben presto. Intriso di atmosfere che ricordano il miglior cinema di Tim Burton, ritmato da avventure di sapore cavalleresco, una favola e un romanzo di formazione, in cui l’autore, con scrittura lieve ed evocativa, punteggiata di ironia, traccia un’indimenticabile metafora sul sentimento amoroso, ineluttabile nella sua misteriosa complessità.

 

Recensione

Un orologio al posto del cuore, un romanzo alla Tim Burton, metafora originale e onirica sull’amore e sulle sue metamorfosi. Il tempo scandisce un romanzo poetico e meraviglioso, che vede Jack come protagonista, ma ruota intorno a soggettive scelte di vita capaci di insegnare che il sentimento più forte del mondo non ha tempo, lo dilata, lo congela e lo accelera a suo piacimento.

L’amore allaccia le scarpe l’una con l’altra e ti fa inciampare nei suoi profumi, senza avvisare, senza certezze. 

Una storia che cambia ambientazione ma mai il suo messaggio: nel momento in cui incontri l’amore il cuore sorride, illumina e a volte trafigge, fino a farti sanguinare e portarti nel mondo degli adulti attraverso la porta del dolore e della delusione. 

Vorremmo tutti fermarci a quell’amore decenne, quando Jack vede Acacia per la prima volta, e le sue lancette danzano, sussultano e girano vorticosamente senza passato né futuro. 

Una storia che ha consacrato al successo Malzieu, che ha regalato ai lettori un viaggio originale, un percorso attraverso i sentimenti esaltato da personaggi fantastici che riportano comunque alla realtà: amare è luce, oscurità, crescita e speranza, va oltre gli schemi e le nostre previsioni, in un vortice di dolcissimo dolore e amara gioia. 

 

 

 

Mathias Malzieu


Mathias Malzieu è il leader dei Dionysos, uno dei migliori gruppi rock francesi, descritto da Iggy Pop come Francois Truffaut con una rock’n’roll band e autore del bestseller internazionale La meccanica del cuore (Feltrinelli, 2012). Ha pubblicato un album basato sul romanzo, ed è il codirettore dell’omonimo film di animazione prodotto da Luc Besson, finalista agli Oscar e ai Césars. Nato nel 1974, è cresciuto a Montpellier e vive a Parigi. Con Feltrinelli ha inoltre pubblicato L’uomo delle nuvole (2013), Il bacio più breve della storia (2015) e Vampiro in pigiama (2017).

 

 Acquista su Amazon.it: