Note di cuore




Recensione di Silvana Carolla


Autore: Margit Walsø

Traduttore: Ingrid Basso

Editore: Sonzogno

Genere: narrativa

Pagine: 217

Anno di pubblicazione: 13 giugno 2019

 

 

 

 

 

 

 

Sinossi. Fresca di studi di chimica, Ingrid ha deciso di lasciarsi alle spalle un lavoro noioso e una serie di sconfitte, e anche se, a bordo del treno che dalla costa occidentale della Norvegia la sta portando verso sud, la sua scelta le appare all’improvviso priva di senso, sa perfettamente di non poter tornare indietro. Una scoperta fatta nella cantina della casa di famiglia solo qualche settimana prima ha rafforzato il suo desiderio di partire per Grasse, la città dove suo padre passava lunghi periodi, lontano da lei, e dove Ingrid vuole trovare qualcosa che non può più aspettare. Perché mai suo padre, un ingegnere meccanico, trascorreva tanto tempo in Provenza, la terra delle fabbriche di profumo? Cosa lo aveva spinto a dedicarsi con tanta passione a fragranze ed essenze? Odori e profumi, si sa, risvegliano i ricordi, e seguendone la scia Ingrid arriva alla celebre fabbrica di Sonja Richard, donna alquanto misteriosa, impegnata a sviluppare molecole sintetiche da accostare alle essenze naturali d’arancia, rosa, gelsomino e lavanda, per accaparrarsi la produzione del nuovo profumo di Chanel. Come un compositore che combina le note musicali per creare la propria melodia, impadronendosi di una sorta di personale vocabolario degli odori, Ingrid impara ad accordare oli essenziali, estratti e resine, selezionando minuziosamente le materie prime e diventando presto esperta. In un ambiente spesso ostile, dominato dalla tradizione, il sensuale universo dei profumi l’aiuterà a scoprire cosa nasconde il passato di Sonja, e a trovare finalmente le risposte che cercava.

 

 

 

Recensione

Note di cuore non è un semplice romanzo, è esso stesso la vera essenza della vita. Abile descrizione dei personaggi, abile penna che trascrive le vere emozioni. Inonda il lettore delle sue essenze dalla prima parola scritta tra le pagine.

Le note di testa sono caratterizzate dalla verità delle parole che fanno di riferimento a ciò che circonda la protagonista, vividamente realistica.
Sembra di stare con lei, di vivere le sue emozioni, di cavalcare l’inconfondibile mistero che la circonda. Un’autrice consapevole di ciò che vuole trasmettere, il profumo che inebria le narici alla scoperta delle sue passioni.

Il corpo di questo testo è caratterizzato da una serie di circostanze che portano il lettore anche a soffermarsi e degustare le abilità letterarie dell’autrice.

Non mi soffermerei a parlare della trama, quella la lascio a chi, dopo di me, potrà viaggiare a Sonja con Ingrid, ad imparare, ad apprendere nuove nozioni, a perdersi tra le pagine di Margit Walsø vissuta in quei luoghi tanto da portarne ai posteri, il giusto riconoscimento.

Note di cuore non è soltanto un romanzo, ma una tessitura di lettere che sembrano provenire da un lontano passato, ma che ci trasportano in misteriosi avvenimenti accaduti tempo prima, che Ingrid scoprirà solo dopo l’arrivo a Sonja.

Ottimo da leggere dopo una giornata di lavoro, per rilassarsi e perdersi e dedicare un po’ di tempo a se stessi.

 

 

Margit Walsø


(1968), editor e scrittrice, è autrice di romanzi, saggi e libri per bambini. Alla guida di Norla, l’organismo che sostiene e promuove la letteratura norvegese nel mondo, vive a Oslo con il marito e le due figlie.

 

Acquista su Amazon.it: