Nulla ti cancella




Recensione di Maria Antonella Saia


Autore: Michel Bussi

Traduzione: Alberto Bracci Testasecca

Editore: edizioni e/o

Genere: Thriller

Pagine: 464

Anno di pubblicazione: 2022

 

 

 

 

 

Sinossi. Giugno 2010: Esteban, dieci anni, scompare sulla spiaggia di Saint-Jean-de-Luz. Nessuno ha visto niente. Giugno 2020: la madre, Maddi, si è rifatta una vita, ma sono sempre vivi in lei il dolore e lo sconforto di non sapere cosa sia successo. Torna in pellegrinaggio nel Paese basco e, sulla stessa spiaggia, rivede Esteban o il suo sosia perfetto, Tom, un bambino di dieci anni per scoprire l’identità del quale Maddi molla tutto e si trasferisce a Murol, in Alvernia, paese natio di Tom. Donna razionale com’è, può credere all’impossibile? Può credere che Esteban sia diventato Tom, che la storia si ripeta? Tom è in pericolo e lei è l’unica in grado di proteggerlo. Una suspense magistrale nel profondo delle credenze più umane, dove però tutto è vero.

 

Recensione

Lascia che ti spieghi, Maddi. Non è difficile. Le anime infantili  sono le anime  che cominciano il viaggio, che scoprono la vita e la  morte. A questo stadio il loro unico obiettivo è imparare a sopravvivere.

C’è sempre un prima e un dopo nella vita di ognuno di noi. E anche quella della dottoressa Maddi Libéri, medico generico, non fa eccezione.

La sua vita, infatti, è perfettamente divisa tra il suo lavoro e suo figlio Esteban con il quale ha un rapporto idilliaco, ma quando quest’ultimo scompare misteriosamente sulla spiaggia di Saint-Jean-de-Luz ecco che il suo equilibrio, cosi come lo aveva sempre vissuto, va in frantumi.

Da questo momento in poi ha inizio il “dopo” che coincide con un profondo lavoro di introspezione che Maddi farà su se stessa e che la porterà ad esplorare i misteri della reincarnazione, convinta che il suo Esteban non sia mai morto ma abbia semplicemente cambiato corpo.

Ha inizio da qui la ricca trama del romanzo “Nulla ti cancella” partorita dalla sagace penna dello scrittore francese Michel Bussì.    

Nella vita di Maddi Libèri si entra in punta di piedi, respirando un’iniziale atmosfera intimistica e irreale. D’improvviso tutto cambia. Tutto ciò che il lettore trovava confortevole e rassicurante di colpo comincia a creare inquietudine, arrivando talvolta anche a sfiorare l’angoscia.

I colpi di scena si susseguono senza tregua creando nel  lettore una dipendenza da non riuscire a staccarsi dalle sue pagine se non a lettura ultimata.

Sono questi gli elementi  che fanno del romanzo di Michel Bussì un’opera assolutamente da non perdere, tenendo sempre presente che “dopo” niente sarà più uguale.

 

 

 

Michel Bussi


è l’autore francese di gialli attualmente più venduto oltralpe. È nato in Normandia, dove sono ambientati diversi suoi romanzi e dove insegna geografia all’Università di Rouen. Ninfee nere (Edizioni E/O 2016) è stato il romanzo giallo che nel 2011, anno della sua pubblicazione in Francia, ha avuto il maggior numero di premi, e di cui le nostre edizioni hanno pubblicato anche la versione graphic novel. Dello stesso autore ricordiamo Tempo assassino, Non lasciare la mia mano, Mai dimenticare, Il quaderno rosso, La doppia madre, La Follia Mazzarino, Forse ho sognato troppo, Usciti di Senna, Tutto ciò che è sulla Terra morirà, e La caduta del sole di ferro e I due castelli, appartenenti alla serie N. E. O., tutti pubblicati dalle nostre edizioni.

 

Acquista su Amazon.it: