Sei casi al BarLume




Sei casi al BarLume


Autore: Marco Malvaldi

Editore: Sellerio

Pagine: 256

Genere: Thriller

Anno Pubblicazione: 2016

 

 

Vi presento i fantastici quattro:

Ampelio Viviani è l’ottantaduenne nonno di Massimo, il proprietario del BarLume, nonché personaggio spassoso dall’eloquio vivacissimo e irriverente;

Pilade Del Tacca è un uomo che fa dare i numeri in tutti i sensi: settantuno anni di età, centosessanta centimetri di altezza, centosei centimetri di diametro e centodieci chilogrammi di peso. Impiegato comunale per trent’anni, in pensione dall’età di cinquantadue, cinico e non esattamente il ritratto della simpatia;

Gino Rimediotti, settantaduenne postino in pensione, del gruppo è il lettore ufficiale del giornale quotidiano del BarLume. Lettura che avviene rigorosamente a voce alta, a beneficio degli altri avventori del bar.

Aldo è l’unico dei quattro ancora in attività, proprietario di un ristorante di Pineta non disdegna la compagnia dei vecchietti e volentieri trascorre con loro il suo tempo libero al bar.
Sempre impeccabile nei modi e nella presenza con il suo savoir faire e i suoi opportuni consigli ai tre amici che un po’ grezzi lo sono, dobbiamo dirlo…

Questi sono i protagonisti, tutti assieme definiti “il Senato”, della serie di romanzi e racconti del BarLume, frequentatori affezionatissimi del locale di Pineta, paese di fantasia della provincia di Pisa, gestito dal “barrista” Massimo Viviani.
Oramai in pensione da tempo trascorrono gran parte della giornata al BarLume tra una partita di briscola e una di biliardo, osservando la gente e, tra un pettegolezzo e l’altro, riuscendo a collaborare con le forze dell’ordine (Commissario Alice Martelli) nella risoluzione dei casi. Il bar per loro è luogo di ritrovo e vetrina di personaggi di tutte le tipologie che alimentano le indiscrezioni e le discussioni che immancabilmente danno elementi su cui investigare. Quasi sempre l’intuizione determinante sulle indagini viene da Massimo, nonostante prenda sempre le distanze dal comportamento bizzarro dei vecchietti.
Massimo Viviani è un brillante laureato che ha scelto di lavorare nel bar, di cui è titolare, a tempo pieno. Momentaneamente single, dopo l’abbandono della moglie e il conseguente divorzio, di carattere riservato, appare burbero e dispotico nei confronti dei suoi più affezionati clienti, nonostante l’affetto per loro traspaia chiaramente.

Lo stile narrativo è accattivante, complice l’utilizzo di forme dialettali toscane soprattutto nel dialogo dei quattro vecchietti, impregnato di umorismo, irriverenze e cinismo. Il racconto che ne scaturisce è lieve, quel tanto che basta intrigante, divertente e allo stesso tempo istruttivo.
Spesso infatti tra le pieghe delle parole Malvaldi si diverte a intercalare piccole lezioni di chimica, altra passione della sua vita.
Tutti e sei i casi presentati in questo libro sono semplici e di facile risoluzione ma è la caratterizzazione dei personaggi il valore aggiunto del libro.
Il romanzo è arricchito da un’inedita prefazione dell’autore che dichiara che “…poco di quello che esce dalla bocca di nonno Ampelio è inventato…” e si lancia in una spassosissima descrizione del proprio vero nonno Varisello con tanto di aneddoti, fatti e misfatti in quanto proprio come Ampelio era una persona “irrimediabilmente sincera, se lo pensava lo diceva o meglio: se lo pensava lo doveva dire”.
E’ proprio il caso di dire, insomma, che la realtà supera la fantasia e Malvaldi ha saputo miscelare sapientemente i due elementi, come avrebbe fatto Massimo in un cocktail.
Tutto a beneficio del lettore che trascorre qualche ora di puro divertimento.

 

 

Marco Malvaldi


 Marco Malvaldi (Pisa, 1974), di professione chimico, ha pubblicato con Sellerio, la serie dei vecchietti del BarLume (La briscola in cinque, 2007; Il gioco delle tre carte, 2008; Il re dei giochi, 2010; La carta più alta, 2012; Il telefono senza fili, 2014; La battaglia navale, 2016, Sei casi al BarLume 2016, salutati da un grande successo di lettori. Ha pubblicato anche Odore di chiuso (2011, Premio Castiglioncello e Isola d’Elba-Raffaello Brignetti), giallo a sfondo storico, con il personaggio di Pellegrino Artusi, Milioni di milioni (2012), Argento vivo (2013) e Buchi nella sabbia (2015).

 

Acquista su Amazon.it: