SERIE TV IMPERDIBILE. VIKINGS VALHALLA




A cura di Giulia Manna


Prefazione

Vikings: Valhalla è una serie televisiva storica canadese e irlandese creata e scritta da Jeb Stuart e Michael Hirst, trasmessa dal 25 febbraio 2022 su Netfiix il sequel della serie televisiva Vikings trasmessa sul canale History dal 2013 al 2021x La serie è ambientata un secolo dopo la serie originale e racconta la storia di alcuni dei più famosi norreni della storia.

 

Trama. 

Gli eventi della serie si svolgono tra Kattegat e l’Inghilterra e illustrano le tensioni esistenti sia tra i vichinghi e i regnanti inglesi che quelle interne ai vichinghi stessi legate ai contrasti tra i convertiti al cristianesimo e i fedeli alla religione tradizionale. I personaggi principali sono figure storiche realmente esistite: Leif Erikson, Freydís Eiríksdóttir e Harald Hardrada, di cui vengono narrate le vicende fino al termine dell’era vichinga con la battaglia di Stamford Bridge del 1066.

 

Personaggi

Sam Corlett interpreterà Leif Eriksson. Originario della Groenlandia, cresciuto ai margini del mondo conosciuto, Leif proviene da una famiglia molto unita e con una fervida fede nelle antiche credenze pagane. Intrepido e forte marinaio, Leif rappresenta bene il mondo dei vichinghi dell’epoca, in preda a cambiamenti violenti.

Frida Gustavsson (Swoon) sarà Freydis Eriksdotter. Orgogliosamente pagana, fiera e testarda, Fredyis è una fervente sostenitrice dei vecchi dei. Come suo fratello Leif, raggiunge Kattegat da estranea ma diventa poi un’ispirazione per gli abitanti del luogo.

Leo Suter (The Liberator) sarà Harald Sigurdsson. Discendente della nobiltà vichinga, Harald è uno degli ultimi guerrieri berserkr. Carismatico, ambizioso e bello, è capace di unire i seguaci di Odino e i cristiani.

Bradley Freegard (Keeping Faith) sarà il Re di Danimarca Canuto il Grande. Da leader vichingo saggio, esperto e spietato, terrà vicini sia i suoi amici che i nemici. Le sue ambizioni plasmeranno il corso della storia nell’XI secolo e ne faranno una figura determinante dell’era vichinga.

Jóhannes Jóhannesson (Cursed) interpreterà Olaf Haraldson, il fratellastro maggiore di Harald. Fisicamente forte e ambizioso, è un vichingo severo e spietato ed è cristiano.

Laura Berlin (Immenhof – L’avventura di un’estate) interpreterà Emma di Normandia, la giovane e ambiziosa regina di sangue vichingo proveniente dalla corte normanna. Politicamente astuta e una delle donne più ricche dell’Europa dell’epoca.

David Oakes (I pilastri della Terra) sarà Earl Godwin, detto l’ultimo sopravvissuto. Capo consigliere del re d’Inghilterra che, dai margini della società, si fa strada grazie ai suoi modi astuti.

Caroline Henderson (Tuya Siempre) interpreterà Jarl Haakon. Grande guerriera e leader tollerante, Haakon governa Kattegat con mano ferma. Sebbene pagana, è riuscita a mantenere Kattegat una città aperta a tutte le fedi in un momento difficile. Diventerà un potente mentore per Freydis, che sarà attratta dalla sua saggezza.

• A Pollyanna McIntosh e Asbjørn Krogh Nissen, invece, sono stati affidati ruoli ricorrenti. McIntosh vestirà i panni della Regina Ælfgifu. Calcolatrice e ambiziosa, la regina Ælfgifu di Danimarca svolge un ruolo importante nelle lotte per il potere politico in Nord Europa. Usa il suo fascino e la sua astuzia con grande effetto mentre promuove gli interessi della sua patria, il regno di Mercia, e cerca di affermarsi alla corte di Re Canuto. Krogh Niseen sarà Jarl Kåre, un uomo che rappresenta una minaccia per i vecchi modi di fare pagani.

 

 

Recensione

Vikings è finita da poco, ma per noi nostalgici della cultura norrena, dei loro riti, costumi, intrighi e guerre arriva lo spin-off: Vikings Valhalla. La prima stagione è composta solo da 8 episodi. Si fa un salto in avanti rispetto alla storia di Ragnar Lothbrock e di Ivar senz’ossa.

Si tratta delle  avventure di una nuova generazione di alcuni tra i vichinghi più famosi della storia, che aprono nuove strade in un’Europa che cambia, tra cui l’esploratore Leif Eriksson, sua sorella Freydis e l’ambizioso principe del Nord Harald Sigurdsson.

Quando le tensioni tra i capi vichinghi e la casa reale inglese raggiungono un sanguinario punto di rottura e i vichinghi stessi sono divisi tra credenze cristiane e pagane, questi tre leggendari personaggi intraprendono un viaggio attraverso mari e campi di battaglia da Kattegat all’Inghilterra e oltre, combattendo per la sopravvivenza e per la gloria, in’avventura – scritta da Jeb Stuart (Trappola di cristallo, Sorvegliato speciale) – che mescola dramma e autenticità storica a un’azione cruda e avvincente.

Non manca nulla di tutto quello che ha reso la serie Vikings una delle serie più viste ed amate. Amore, guerra, intrighi, inganni, tradimenti e violenza sono ancora una volta gli ingredienti principali di questo genere.

Il cast include Bradley Freegard (Keeping Faith) nel ruolo del Re di Danimarca Canuto il Grande, Jóhannes Jóhannesson (Cursed) di Olaf Haraldson, Laura Berlin (Hamburg Distretto 21) di Emma di Normandia, David Oakes (I pilastri della Terra) del Conte Godwin, Caroline Henderson dello Jarl Haakon, Pollyanna McIntosh (The Walking Dead) della Regina Ælfgifu e Asbjørn Krogh Nissen (The Bridge) dello Jarl Kåre.

Sugli interpreti nulla da ridire. Sono bravi, ma sembra mancare qualcosa rispetto alla serie madre. Forse manca la passione di Laghertha, la fedeltà di Floki, l’eterna rivalità di Rollo e Ragnar o di Bjorn e Ivar, o forse è solo questione di tempo affinché la storia prenda la sua forma. C’è più violenza, questo sì.

Sicuramente va vista, perché ne sappiamo troppo poco della storia e della cultura norrena. Io per esempio prima di questa serie tv non avevo mai sentito parlare di Leif Eriksson ed ho iniziato ad informarmi, a leggere qualche libro e ovviamente, a guardarmi questa serie tv! E niente è bello come scoprire storie nuove!

Quindi, è’ arrivato il momento di indossare gli abiti di vichingo e catapultarsi a Kattengat!

Buona visione!