Serie TV imperdibile: L’uomo delle castagne




A cura di Giulia Manna


L’uomo delle Castagne è una produzione originale Netflix danese, basata sul celebre romanzo omonimo di Søren Sveistrup pubblicato nel 2018.

Episodi: 6 Durata media: 50 min.
Genere: Giallo, Drammatico, Thriller
Prima visione: mercoledì 29 settembre 2021
Disponibile su: Netflix

 

 

Trama. 

La serie si apre col ritrovamento del cadavere di una giovane donna nel parco giochi di un quartiere suburbano di Copenhagen. Accanto ai suoi resti, la polizia ritrova un pupazzetto realizzato con alcuni gusci di castagne, inizialmente l’unico indizio a disposizione per le indagini della detective Naia Thulin (Danica Curcic) e del suo collega Mark Hess (Mikkel Boe Folsgaard); ben presto però, l’oggettino li porterà a collegare il delitto con la sparizione della figlia della politica Rosa Hartung (Iben Dorner) avvenuta l’anno precedente, aprendo così la narrazione a nuovi intrecci thriller.
L’atmosfera cupa e misteriosamente sospesa del noir nordico si incontra con una narrazione accattivante, in questa nuova produzione seriale di Sveistrup che segue la sua già acclamataThe Killing(2007).

 

Personaggi

Esben Dalgaard Andersen Steen Hartung

Danica Curcic Naia Thulin

David Dencik Simon Genz

Iben Dorner Rosa Hartung

Liva Forsberg Le Thulin

Mikkel Boe Følsgaard Mark Hess

Ali Kazim Nehru

Louis Næss-Schmidt Gustav Hartung

Lars Ranthe Nylander

Morten Brovn Frederik Vogel

Anders Hove Aksel

Kristian Høgh Jeppesen Engells

Marie-Lydie Melono Nokouda Liv Christiansen

Anders Nyborg Abildgård

Olaf Højgaard Tim Jansen

Arian Kashef Jacob Rasouli

Christiane Gjellerup Koch  Deputy Assistant Commissioner Dahl

Fadime Turan It Technician

Samy Andersen Speaker 1

Claudia Bækhave Speaker 1

Thomas Corneliussen Speaker 1

Nicolai Dahl Hamilton Hans Henrik Hauge

Elliott Crosset Hove Linus Bekker

Kasper Leisner Sebastian

Simone Lykke Benedikte Skans

Signe Egholm Astrid Berring (Adult)

Katinka Evers-Jahnsen Mathilde

Peter Flyvholm Speaker 2

Silje Enevig Holst Astrid

Thomas Hwan Nikolaj Mølle

 

 

Recensione

La trama è ambientata nella città di Copenhagen, dove una mattina di ottobre la polizia rinviene il cadavere di una giovane donna brutalmente assassinata. Accanto al corpo un omino costruito con le castagne. L’indagine viene affidata a una giovane e ambiziosa detective, Naia Thulin che inizia a lavorare affiancata da un nuovo partner. Presto le morti si moltiplicano ed emerge un dettaglio che sembra collegarle a un vecchio caso di cronaca: la scomparsa della figlia dodicenne di una potete politica. La bambina era ritenuta morta, ma ora c’è ragione di credere che le cose non stiano così. Fra mille dubbi e ipotesi, un solo fatto è certo: la polizia ha di fronte un serial killer.

In generale la critica è stata concorde nello scrivere recensioni più che positive, mentre in tanti sui social hanno dichiarato di esserne stati rapiti fino a trasformarla in una maratona televisiva. Personalmente, anche se non è una serie capolavoro, anche per me è stato così. Mi sono bastate poche sere per ultimarla! Sicuramente è per gli amanti del genere crime che non si spaventano di fronte a ritmi altalenanti, dove a quello lento utile per creare suspence, si alterna quello serrato ricco di colpi di scena.

La prima stagione di ‘L’uomo delle castagne’ è composta da sei episodi che durano fra i 50 e i 60 minuti l’uno, e la cui visione è inadatta ai minori di 14 anni. Coloro che rispettano il prerequisito dell’età possono cercarli all’interno del catalogo di contenuti in streaming di Netflix, a partire dal 29 settembre.