Doppio inganno




Recensione di Patrizia Argenziano


Autore: Davide Pappalardo

Editore: Todaro Editore

Collana: I gechi

Pagine: 67

Genere: Noir

Anno di pubblicazione: 2018

 

 

 

 

 

 

Ferrara, il silenzio, pochi personaggi, un’atmosfera surreale, i postumi della guerra e la follia di un sentimento.

1916/1917, Glauco e Albino, due gocce d’acqua, sono gemelli, vivono in simbiosi dalla nascita e, naturalmente, sono legati da un amore fraterno. Questo legame viene messo a dura prova da un altro amore, quello per Frida, giovane donna luminosa che ruba il cuore di entrambi e che compie la sua scelta, chissà in base a quale particolare.

L’amore annebbia le menti, inganna e si lascia ingannare.

L’amico giullare Sereno, presunto detentore del sapere, si insinua come una serpe tra le crepe del cuore.

1947, secondo dopoguerra, un altro anno straziante. Scorrono ancora le immagini della guerra, della miseria, della fame e del freddo, nel cuore non c’è più spazio nemmeno per la speranza.

La sconsideratezza di un gesto quasi espiatorio porta alla luce un passato folle, oscuro, un passato mai dimenticato.

La follia dell’amore di allora colpisce il presente, uccide se stesso, è un attimo.

Poi rinasce, in diverse forme, forse.

Un racconto lungo che si discosta dai precedenti lavori dell’autore.

In una Ferrara provata dalle guerre, di cui subisce fascino e orrori, si sviluppa l’inquietante nascita ed evoluzione di un esperimento. Un esperimento metafisico, surreale, impossibile, un esperimento guidato da una presunta amicizia, da un folle amore e da un amore fraterno. Un esperimento dettato dall’inganno e che ha l’intento di ingannare.

Ancora una volta, Davide Pappalardo ci stupisce con la sua capacità di creare intorno al contesto storico la giusta atmosfera, ma non solo: ci conduce in un viaggio accurato attraverso i conflitti dell’animo umano.

Si tratta di una lettura decisamente particolare e se all’inizio sembra tutto troppo inverosimile, pian piano il racconto acquista un suo fascino, coinvolgendo in un laborioso gioco di inganni con veramente pochi personaggi. Al lettore il piacere di scoprire, pagina dopo pagina, ciò che è e ciò che sembra.

 

 

SCHEDA AUTORE

Davide Pappalardo nasce in Sicilia nel 1976, da qualche anno vive a Bologna.

Se sei un appassionato lettore, visita:
instagram.com/patrizia.arge