Recensione di Carla Suella


Autore: Courtney Summers

Traduzione: Cristina Proto

Editore: Rizzoli

Genere: Thriller

Pagine: 366

Anno di pubblicazione: 2019

 

 

 

 

 

Sinossi. Quando il popolare conduttore radiofonico West McCray riceve una telefonata da una donna che lo implora di cercare Sadie Hunter, diciannove anni, scomparsa da alcuni mesi, l’uomo non è davvero convinto che quella sarà una storia da raccontare: è tristemente consapevole che di ragazze scomparse ce ne siano molte, troppe, ogni giorno. Ma quando viene a sapere che Sadie si è allontanata da casa dopo il brutale omicidio irrisolto della sorella Mattie, tredici anni, parte alla volta di Cold Creek, Colorado, per cercare di saperne di più.Sadie non ha idea che la sua storia stia per diventare il soggetto di un podcast di successo seguito da una costa all’altra degli Stati Uniti. Tutto ciò che vuole è vendetta: armata di un coltello a serramanico e del suo lacerante dolore, Sadie colleziona una serie di confusi indizi che seguono le tracce dell’uomo che è convinta abbia ucciso la sorella.Mentre West ricostruisce il viaggio di Sadie, ritrovandosi sempre più coinvolto dalla storia della ragazza e ossessionato dal pensiero di ritrovarla, un mistero inquietante comincia a prendere forma e a svelarsi. Riuscirà West a ricomporre il puzzle della verità prima che per Sadie sia troppo tardi? Alternando le puntate del podcast alla lucida voce di Sadie, che racconta in prima persona la sua caccia all’uomo, Courtney Summers ci regala una storia struggente che resta sulla pelle ben oltre la sua ultima pagina.

 

Recensione

Sadie è una ragazzina di appena 19 anni con una vita tutt’altro che facile alle spalle. Una madre tossicodipendente e alcolizzata che non è mai in casa e quando c’è è tutt’altro che sobria e lucida. Non si è mai occupata di sua figlia, tantomeno dell’altra, Mattie più piccola di Sadie di sei anni.

Quando è nata Mattie, Sadie si è occupata di lei in modo esclusivo, facendole da madre nonostante fosse ancora lei una bambina. L’amore che prova per Mattie è qualcosa di viscerale, profondo ed esclusivo. Quando la loro madre le abbandona improvvisamente , è Sadie che pensa a Mattie, lasciando pure la scuola per andare a lavorare e non farle mancare niente. Ma un brutto giorno, quando Mattie ha 13 anni, esce la sera e non torna più a casa.

Sadie è disperata e assieme alla loro nonna adottiva la cercano fino a sfinirsi; fino a che viene ritrovata morta in un frutteto poco distante da casa loro. A Sadie crolla il mondo addosso, non riesce a farsene una ragione e il dolore è troppo forte. La polizia non viene a capo di nulla e il caso viene chiuso. Qualche mese dopo anche Sadie sparisce nel nulla e la loro nonna si rivolge a un famoso conduttore radiofonico per riuscire a ritrovarla.

Comincia così il viaggio di West McCray per ritrovare Sadie Hunter e allo stesso tempo il viaggio di Sadie per trovare e uccidere l’assassino di sua sorella. Il tutto viene raccontato via podcast dalla voce di West alternato alla voce di Sadie che ci conduce nel profondo delle sue emozioni e del suo amore incondizionato per la sua sorellina.

E’ un libro tosto questo. L’autrice scrive bene e le sue parole arrivano dritte come un pugno sullo stomaco. Non ci risparmia nulla. La lingua è scorrevole e chiara, lo stile semplice ma che ti strappa dentro.

Quando ho terminato la lettura ho pensato solo una cosa e che non era una storia di sola vendetta ma una grande storia d’amore. Ed è qui che la penna della Summers è stata potente. Leggetelo se volete arrabbiarvi, commuovervi e sperare. Gli ingredienti ci sono tutti.

 


 

Courtney Summers


Courtney Summers, è una scrittrice canadese di romanzi per adulti.Ha 33 anni e vive a Belleville , in Canada, Le sue opere più famose sono Cracked Up to Be, This is Not a Test, All the Rage e Sadie.

 

Acquista su Amazon.it: