Arthur King




Arthur King “Re per una notte” Artist’s Edition

Recensione di Nunzia Esposito


Autore: Lorenzo Bartoli & Andrea Domestici

Editore: Cut up Publishing

Genere: Graphic Novel

Pagine: 100

Anno di pubblicazione: 2018

 

 

 

 

 

Sinossi. In occasione del venticinquennale (1993 – 2018) dall’uscita del primo albo di Arthur King, il celebre fumetto creato dallo sceneggiatore Lorenzo Bartoli e dal disegnatore Andrea Domestici, Cut-Up Publishing pubblica un inedito assoluto in un volume di pregio, l’ultima storia scritta da Bartoli, scomparso prematuramente nell’ottobre del 2014, e disegnata da Domestici. Una storia che è anche un cross-over fra Arthur King e Alice Dark, ovvero il primo e l’ultimo personaggio creato da Bartoli e Domestici. Il volume contiene in appendice anche il “making of” della storia.

 

 

Recensione

Una fossetta sul mento. Un naso importante. Un profilo che sembra ispirato a un noto vate. Per chi non l’avesse mai visto, sarebbe potuto sembrare un disarmonico mix tra Dante Alighieri ed Elvis Presley. Ma solo esteticamente. Per parola proferita e lesta battuta, lo fareste somigliare più a un imbranato. Un sedicente latin lover, sciupa femmine ormai alla deriva (o mai salpato), con un velo di malinconia. Vuole apparire frivolo ma possiede uno spessore, questo personaggio, sul quale non scommettereste, non all’inizio. Al secolo è Arthur King. Chi gli mettiamo accanto? Una bambolina. Una fanciulla all’apparenza sprovveduta, direste voi, ma che non lo è affatto. E con un’arma che ben pochi possono vantare: un sagace sarcasmo. Ecco Alice Dark.

Insieme due dei personaggi creati dal genio e dalla geniale matita di Lorenzo Bartoli e Andrea Domestici. Disegni magnifici, colori netti, contorni definiti e marcati, man mano che la storia procede lasciano spazio a un hollywoodiano tratto di matita che, vedrete, riconoscerete immediatamente.

Uniti insieme, Arthur King e Alice Dark dovranno trovare e salvare un noto regista Hollywoodiano scomparso. Se la missione già di per sé risulta essere molto interessante per via dei riscontri stilistici e grafici che l’incombere dell’incontro con il geniale regista rappresenta, dall’altro le battute e i battibecchi, se vogliamo, tra i due personaggi non lesinano battute e risate. Puro intrattenimento. Impossibile staccarsi.

Una storia che non annoia, anzi, con un mordente inaspettato, un susseguirsi di incontri e richiami alla memoria che soddisfano e stuzzicano al contempo il lettore.

Incalzante la domanda che ci si pone: riusciranno i nostri eroi?

Ed è proprio questa la domanda alla quale una triste prefazione già ha dato risposta. E’ l’ultima storia inedita che Andrea Domestici e Lorenzo Bartoli hanno creato insieme. Una storia che, insieme alle altre, Andrea ha deciso di dare alle stampe per crearne una versione in Artist’s Edition.

Arthur King finisce così, finisce con quell’ultima tavola 78 in mezzatinta. Ancora si dibatte e lotta in quel fermo immagine grafico. Ma si fermerà lì. Per chi ama il genere alla Tim Burton, (ebbene si, il regista in questione è proprio lui) questo graphic novel rappresenta una chicca. Pur non conoscendo il personaggio di Arthur King mi si è spezzato il cuore a sapere che questa storia non vedrà una fine. La certezza che tuttavia resta è che chi incrocia Arthur King in questa storia, avrà una tremenda voglia di conoscerlo nelle sue precedenti avventure.

 

 

 

Lorenzo Bartoli


Lorenzo Bartoli: Nasce nel ’66 a Roma. Come sceneggiatore di fumetti esordisce a soli 22 anni sulle pagine de L’Eternauta, rivista di fumetti edita dalla Comic Art. Nel 1993 crea con il disegnatore Andrea Domestici il personaggio Arthur King. Ha creato tra gli altri Millennio per Magic Press, su disegni di Alessandro Di Paolo e per gli Stati Uniti Dolls, Creatore e sceneggiatore di John Doe, nel 2005 scrive sceneggiature per Martin Mystère, Dylan Dog e Zagor. Nel 2007 esce Arthur King Director’s Cut, edizione definitiva della serie Arthur King.  Nel 2011 crea la serie Alice Dark, pubblicando una storia per l’antologia Wonderland – Quando Alice se ne andò. Nel 2014 esce per Tunué Voci nell’ombra una raccolta di storie brevi. Oltre alla sua attività di scrittore e sceneggiatore è stato direttore delle riviste L’Eternauta e Tiramolla ed è stato direttore editoriale di Eura Editoriale. Ha scritto anche cinque libri, due dei quali uscito con lo pseudonimo di Akira Mishima, mix di noir e di fantascienza cyberpunk. Ci lascia troppo presto nel 2014.

 

 

Andrea Domestici


Andrea Domestici: nasce nel ’64 e comincia a lavorare nel mondo dell’editoria ad appena 20 anni, collaborando con le Edizioni Cioè. Appena 3 anni dopo fonda il mensile Crak- il rompimonotonia. Crea, assieme a Lorenzo Bartoli, Arthur King che avrà vita a partire dal 1993 fino al 1997.Alla chiusura di AK, assieme alla moglie Serena si dedica al progetto dei Movie Comics. Il progetto prevede che degli attori, alcuni dei quali sono personaggi fittizi ad esempio Alessio Trincia, “recitino” assieme a personaggi reali. I personaggi fittizi vengono quindi disegnati nel loro ruolo (che dipende dal fumetto), a fianco ai personaggi reali che danno la loro disponibilità, fra i quali ci sono Little Tony e Frankie Hi-NRG. Si dedica quindi a delle collaborazioni con la RAI. Per il Dipartimento della Funzione Pubblica crea fra le altre cose Pino il Pinguino. A seguire esce in Francia Il bambino dei moschini, fumetto realizzato su testi di Paolo Di Orazio. Da settembre 2012 l’opera è pubblicata a puntate nella rivista per ragazzi The Garfield show. Dal 2012 esce, su testi di Serena Guidobaldi, la graphic novel Autopsia Psicologica Dal 2014 ad OGGI è al lavoro come illustratore, creatore grafico e disegnatore della nuova serie a fumetti Le avventure di DePennutis&Falcon per IL GIORNALINO.

 

 

Acquista su Amazon.it: