Chiave 17




Recensione di Ilaria Murgia


Autore: Marc Raabe

Editore: Newton Compton

Traduzione: Angela Ricci

Genere: Thriller

Pagine: 480 p.

Anno di pubblicazione: 2018

 
 
 
 
 

Sinossi. Nel Duomo di Berlino viene rinvenuto un corpo crudelmente mutilato, simile a un angelo con due inquietanti ali nere: è Brigitte Riss, pastora della chiesa. Ha al collo una chiave con il numero 17, la firma di uno spietato assassino. Il poliziotto Tom Babylon vuole essere assegnato a questo caso a qualunque costo. Ma il suo non è un semplice desiderio di giustizia. Anni fa, infatti, una chiave identica ha portato alla scomparsa della sorellina. Quando però gli viene affiancata la psicologa Sita Johanns, la sua sete di vendetta rischia di rimanere insoddisfatta. La donna, infatti, sospetta che Tom abbia qualcosa da nascondere e non è convinta che sia la persona giusta per seguire le indagini. Ma l’assassino sta già tessendo la sua tela, e non si fermerà davanti a nulla.

 

Recensione

Con Chiave 17, Marc Raabe inizio a una serie che ha come protagonista il poliziotto Tom Babylon. Il libro è ambientato a Berlino, dove nel Duomo viene trovato il cadavere di Brigitte Riss, pastora della chiesa.

La donna si trova a più di cinquanta metri d’altezza, è avvolta in una tunica nera e al collo ha una chiave su cui è inciso il numero 17. È proprio quella chiave a essere l’elemento centrale di tutto il libro, infatti Babylon ne ha già vista una identica da ragazzino.

Fin da subito il poliziotto sa che il caso deve essere suo, dal momento che quel delitto potrebbe essere collegato alla scomparsa di sua sorella Vi avvenuta anni prima.

L’autore alterna le indagini dell’omicidio al Duomo con la vita passata di Babylon, aiutando il lettore a capire meglio la relazione esistente tra Tom e il caso a cui sta lavorando.

La vita del poliziotto appare infatti piena di segreti che ora, dopo la scoperta del cadavere della pastora Riss, non possono che tornare alla luce.

Il libro scorre velocemente tra continui cambi temporali e spaziali che aiutano a creare la giusta curiosità; il personaggio di Tom Babylon è caratterizzato benissimo, e insieme a lui anche quello della psicologa Sita Johanns che lo aiuta nelle indagini; l’ambientazione e la scrittura cruda e precisa creano inoltre la giusta atmosfera per immergersi a pieno nel libro.

Tensione, segreti e colpi di scena continui sono le caratteristiche che rendono il libro di Marc Raabe un thriller di successo da leggere assolutamente.

 

 

 

Marc Raabe 


È nato nel 1968 e vive a Colonia. È amministratore delegato e socio di una ditta di produzione televisiva e cinematografica. Autore rivelazione del thriller tedesco, ha esordito con Il sezionatore, per settimane nella classifica dei libri più venduti in Germania, Francia e Italia, cui sono seguiti Prima di uccidere, bestseller dalla prima settimana di uscita, e L’ho ucciso io. Torna a pubblicare in Italia con Chiave 17.

 

 

A cura di Ilaria Murgia

https://scaffalidaleggere.wordpress.com