Dario Crapanzano




Nato a Milano, dove si è diplomato all’Accademia di Arte Drammatica di Esperia Sperani e laureato in Giurisprudenza, Dario Crapanzano ha lavorato a lungo nel settore pubblicitario. Nel 1970 pubblica la guida sentimentale al capoluogo lombardo A Milano con la ragazza… e no e nel 2005 pubblica il romanzo ironico-epistolare Ciao ipocondriaco; ma è nel 2011 che raggiunge la notorietà creando il personaggio del commissario Mario Arrigoni con Il giallo di via Tadino, cui sono seguiti: La bella del Chiaravalle, Il delitto di via Brera, Arrigoni e il caso di piazzale Loreto, Arrigoni e l’omicidio di via VitruvioArrigoni e l’assassinio del prete bello, Il mistero della giovane infermiera, tutti editi da Mondadori. Nel 2018 esce La squillo e il delitto di Lambrate per SEM.

 

 

Ultima pubblicazione:

IL LIBRO – Nella Milano del 1951 una giovane donna che fa la prostituta nella conosciuta e molto frequentata casa chiusa di via Monte Rosa, apprende che la sua migliore amica è accusata dell’omicidio di uno degli uomini che frequenta, il pericoloso capo della ligeria di Lambrate, la malavita milanese degli anni ’50. Margherita crede incondizionatamente all’innocenza della sua amica e decide di indagare da sé per scoprire il vero colpevole e consegnarlo alla polizia. In una affascinante e antica Milano l’ultimo giallo del maestro Dario Crapanzano lascerà senza fiato chi lo ama e lo conosce già e ammalierà tutti i nuovi lettori, in un romanzo dalle tinte forti e leggere insieme. L’ennesimo capolavoro del giallista più bravo di sempre…

 

Di Dario Crapanzano su Thrillernord:

IL LIBRO – Milano, 1953: una giovane e bella infermiera viene trovata in un cantiere con il cranio sfondato.
L’ispettore Mario Arrigoni, coadiuvato dal suo staff del commissariato di Porta Venezia, dovrà far luce su questo delitto; e non sarà cosa facile. Non aspettatevi le indagini della scientifica o gli inseguimenti a cui siamo ormai abituati; questo è un giallo d’altri tempi. Arrigoni ed i suoi ragionano sugli indizi, parlano, riflettono, montano e smontano ipotesi.
D’altra parte, negli anni ’50, non si poteva fare molto di più. Ed ecco, proprio gli anni ’50 sono i veri protagonisti di questo romanzo, e la Milano del Dopoguerra, che cerca di rinascere al meglio…