La palude




Recensione di Ilaria Bagnati


Autore: Charlotte Link

Traduttore: Alessandra Petrelli

Editore: Corbaccio

Pagine: 490

Genere: Thriller

Anno di pubblicazione: 2019

 

 

 

 

 

 

Sinossi. Ottobre 2017: in una spettrale brughiera nell’Inghilterra del Nord viene ritrovato il corpo di Saskia Morris, una quattordicenne scomparsa l’anno prima a Scarborough, nello Yorkshire. Contemporaneamente un’altra ragazza della stessa età, Amelie Goldsby, è strappata alla morte da uno sconosciuto, che in una notte di tempesta sente le sue urla strazianti provenire dal mare e riesce a trarla in salvo. Anche Amelie era sparita in circostanze misteriose, e ora, sotto shock, dice di essere stata rapita e tenuta segregata da un uomo, ma è incapace di ricordare il minimo dettaglio utile a mettere la polizia sulla pista giusta. Le indagini si concentrano sulla sparizione nel 2013 a Scarborough di un’altra quattordicenne mai più ritrovata, Hannah Caswell. C’è un fil rouge che unisce tre coetanee così diverse tra loro per carattere ed estrazione sociale? Si fa sempre più strada l’idea di un omicida seriale: l’ispettore capo Caleb Hale è al centro di una gogna mediatica in cui ormai si fa riferimento al «killer della brughiera» il quale, indisturbato, sequestra ragazzine inermi. La polizia sembra brancolare nel buio quando, suo malgrado, si trova implicata in quella spirale di violenza anche Kate Linville, sergente investigativo di Scotland Yard, che è a Scarborough per vendere la casa di famiglia e che per una strana combinazione fa conoscenza con i genitori di Amelie. Aiutata dal suo fiuto di poliziotta e di donna, sarà Kate a trovare il bandolo di una matassa dove, a intrecciarsi, sono segreti vergognosi e colpe inconfessabili che riemergono dopo tanti anni…

 

 

Recensione

In La palude ritroviamo i protagonisti de L’inganno, l’ispettore Caleb Hale e il sergente investigativo Kate Linville.

Nella città natale di Kate, Scarborough, sono scomparse tre ragazze e Kate casualmente si trova nel bed and breakfast gestito dalla madre dell’ultima ragazzina scomparsa così si trova nuovamente invischiata in una indagine di Hale.

Kate sa che non può immischiarsi nuovamente perché lei lavora a Scotland Yard e non a Scarborough ma qualcosa le dice che non può non indagare e lo farà spacciandosi per giornalista.

In città si pensa che ci sia un serial killer di ragazzine, il “killer della brughiera” perché è lì che viene ritrovato il corpo della seconda ragazza, Saskia Morris ed è sempre lì che vengono ritrovati degli oggetti personali della terza ragazzina scomparsa, Amelie Goldsby.

Per Caleb Hale le indagini sono difficili, ci sono pochi indizi ed inoltre le ragazze sono diverse tra loro fisicamente, caratterialmente e per estrazione sociale, niente di più complicato per l’ispettore.

La trama è piuttosto verosimile e davvero ben congeniata, piena di colpi di scena e di trucchetti per sviare il lettore dalla soluzione del caso.

La suspense soprattutto alla fine del libro è incalzante e tiene il lettore incollato alle pagine. L’unica cosa che non mi ha convinta particolarmente è il personaggio di Kate Linville che, come viene spesso descritta, è poco attraente, scialba, fatica a intrattenere rapporti umani e soprattutto con l’altro sesso, è insicura e impacciata.

Insomma, sembra che Kate abbia come unico pregio quello di saper fare il suo lavoro che, per carità, non è poco.

Kate non è un personaggio memorabile ma Charlotte Link si, è un’autrice degna di nota che merita di essere letta e apprezzata.

 

 

 

Charlotte Link (Scheda Autore)


Charlotte Link è una delle scrittrici tedesche contemporanee più affermate. Deve la sua fama soprattutto alla sua versatilità: conosciuta inizialmente per i suoi romanzi a sfondo storico, ha avuto molto successo anche con i suoi romanzi psicologici, tanto che ogni suo nuovo libro occupa per mesi i primi posti delle classifiche tedesche. È pubblicata in Italia da Corbaccio. Tra i titoli: La casa delle sorelle (2002), L’uomo che amava troppo (2004), L’ospite sconosciuto (2005), Una difficile eredità (2007), Giochi d’ombra (2015), La scelta decisiva (2017) e La palude (2019).