13 anni dopo




Recensione di Marianna Di Felice


Autore: Kerry Wilkinson

Traduttore: Fabrizio Coppola

Editore: Newton Compton

Pagine: 336

Genere: Thriller

Anno di Pubblicazione: 2018

 

 

Sinossi: Una ragazza fa la sua comparsa in una cittadina inglese dicendo di essere Olivia Adams, la bambina svanita nel nulla tredici anni prima. Quando Olivia Adams, a soli sei anni, scomparve dal giardino di casa, la piccola comunità di Stoneridge venne presa dallo sgomento. Come poteva una bambina sparire semplicemente nel nulla? Tredici anni dopo, Olivia è tornata. Si è presentata al bar di sua madre, Sarah, che non ha avuto nemmeno un momento di esitazione nel riconoscere la figlia scomparsa che non ha mai smesso di cercare. La ragazza sostiene di essere stata rapita, ma dice anche che solo di recente i ricordi del passato hanno cominciato a riaffiorare. Alcuni punti del suo racconto, però, rimangono oscuri: dove e come ha vissuto per tutti quegli anni? E che cosa è accaduto esattamente in quel lontano pomeriggio assolato? Eppure c’è qualcuno che non è felice della ricomparsa di Olivia. Perché quando il passato ritorna ci sono segreti che rischiano di essere svelati, dopo essere stati sepolti per molti anni.

 

 

 

Recensione:

Una bambina sparisce da Stoneridge un piccolo paese dove si conoscono tutti. I media locali e nazionali dirigono i riflettori sul caso perché non si può credere che possano accadere fatti come questo, soprattutto in una piccola comunità! I genitori sono disperati e quando capiscono che non ci sono speranze si allontanano, come capita in molti casi. Non avrebbero mai pensato che potesse accadere a loro.

Si pensa sempre che accadrà agli altri. La vita va avanti, in un modo o nell’altro, ma per il padre di Olivia, la vita resta ferma nel ricordo di sua figlia che giocava in giardino e che dopo pochi minuti non è più lì a correre nell’erba fresca. La comunità va avanti ma non dimentica; troppo grande è stato il colpo; anche gli altri genitori in quel periodo sono come impazziti e proteggono i loro figli in modo dittatoriale. E come dargli torto? Non si sa chi ha commesso un fatto così assurdo, non si sa dove sia finita Olivia…

La ricomparsa di Olivia destabilizza molte persone, alcune delle quali la guardano con sospetto. Ma la madre, Sarah, riconosce gli occhi di sua figlia.

Perché è tornata? Cosa ha fatto fino a ora? Con chi è stata?

Mano a mano si scoprono tasselli che vanno a incastrarsi in un tetro puzzle nel quale si cela un’oscura storia che si rivelerà del tutto solo nel finale, com’è giusto che sia. Persone sospette e sospetti malriposti, segreti svelati per metà e segreti nascosti nell’ombra: questo e molto altro si può leggere tra le pagine di 13 anni dopo.

La scrittura semplice e scorrevole nasconde una trama decisamente coinvolgente che intriga fino alla fine. La protagonista parla in prima persona e questo fa sì che il lettore possa immedesimarsi in lei e vedere la storia come se scorresse tutto davanti a lui. I ricordi si avvicendano con il presente e mano a mano svelano tutti i segreti, marchiando alcuni personaggi. Impossibile per il lettore non lasciarsi coinvolgere dalle rivelazioni e da un enigma rimasto irrisolto per molti anni.

Quindi… buona lettura!

 

 

 

Kerry Wilkinson


Kerry Wilkinson è uno scrittore di thriller diventati bestseller in Inghilterra, America, Canada, Sud Africa, Singapore e Australia, con un milione di copie vendute nel mondo. È originario del Somerset, ma ha passato gran parte della sua vita nel nord dell’Inghilterra. Quando è a corto di idee per scrivere, va in bicicletta o inforna dolci. 13 anni dopo è il primo libro pubblicato in Italia dalla Newton Compton. Per saperne di più visitate il suo sito: kerrywilkinson.com

A cura di Marianna Di Felice

marisullealidellafantasia.blogspot.it