Federico Inverni




Federico Inverni è lo pseudonimo di un autore che vuole rimanere anonimo, preferisce che a parlare per lui siano i suoi libri dove, tra le righe, nasconde i suoi interessi. Ha pubblicato Il prigioniero della notte (2016), Il respiro del fuoco (2017), Il prigioniero della polvere (2017), tutti editi da Corbaccio.

 

Di Federico Inverni su THRILLERNORD:

IL LIBRO – Lucas è un detective. Nella sua vita gli sono rimasti solo il nome e il lavoro. Il suo passato è una ferita sempre aperta da un evento sconvolgente ha segnato la sua vita… e la sua mente. Come un automa attraversa i delitti su cui è chiamato a investigare, mettendo al servizio della giustizia il suo intuito straordinario, quasi visionario, e la sua sensibilità persino eccessiva. Fino a quando incappa in un caso diverso da tutti gli altri: una giovane donna trovata morta con il terrore negli occhi e nessun segno di violenza apparente. Lucas sa che il colpevole è un assassino seriale

 

IL LIBRO – Manca poco al tramonto quando il cielo grigio e nero che incombe sulla città di Haven si accende di un rosso infuocato. Ma quel bagliore non proviene dal sole calante che tenta di illuminare uno degli ultimi giorni che precedono il Natale. È il rosso violento di un incendio scaturito sulla cima di una collina in periferia, nella cittadina abbandonata di Eden Crossing. Il respiro del fuoco non ha lasciato scampo: l’eccentrico tempio che accoglieva il reverendo Tobias Manne e i suoi adepti è ora un sepolcro ardente con decine di vittime. La profiler Anna Wayne e il detective Lucas sono arrivati troppo tardi per impedire quel suicidio rituale… 

 

IL LIBRO – È da poco passata l’alba di un afoso giorno d’estate quando Anna Wayne sente il sangue raggelarsi nelle vene. Chiamata d’urgenza in una villa sontuosa e futuristica del quartiere più lussuoso di Haven, Anna si trova di fronte alla scena del crimine più crudele e, allo stesso tempo, intricata che abbia mai esaminato nella sua carriera di profiler. A complicare le indagini c’è anche il fatto che le vittime sono celebri: l’architetto Silaluk è un personaggio di spicco del panorama culturale di Haven, nonostante la riservatezza che da sempre ammanta lui e la sua famiglia. Una famiglia che, adesso, non esiste più, sterminata secondo un macabro rituale…

 

Intervista all’autore