Happy (hippy) family




Recensione di Barbara Aversa Pacifico


Autrice: Stefania Nascimbeni

Editore:  Morellini

Genere: Narrativa

Pagine: 280

Pubblicazione: 2020

 

 

 

 

Sinossi. “Happy (hippy) Family” è la storia di una giovane donna che, entrando in terapia per curare il disturbo alimentare, realizza che il suo matrimonio apparentemente perfetto è finito.  Altro che geisha, come avrebbe voluto la madre, nel suo cuore abita un vero è proprio samurai. Dalla presa di coscienza a far scoppiare come un palloncino quella vita da copertina è un attimo. Rotti gli schemi non resta che ripartire da una Milano che non offre grandi speranze per una quarantenne separata e con un figlio piccolo. Lavori precari, uomini sposati e altri casi umani… Per fortuna c’è la sua bizzarra famiglia extra large, dove tutti sono separati e risposati con altri separati, con figli. Il Natale è un momento unico in casa happy hippy family! Riuscirà la protagonista a fare pace con quel suo spirito inquieto? Oppure scoprirà la felicità proprio quando smetterà di essere come vogliono gli altri? Forse, imparando a volersi bene, la vita le offrirà ogni risposta. E anche una seconda chance. Un libro sulle convenzioni che spesso siamo obbligati ad accettare e su come sia difficile scegliere la propria felicità senza per questo sentirsi in colpa. D’altronde, imparare a volersi bene è il viaggio più difficile e istruttivo della vita.

 

 

 

Recensione

Non è solo un libro. È una chiacchierata con una vecchia amica che conosci da tempo, che magari non vedi da un pò e che ti riassume in una serata, con il sottofondo di sex and the city, la sua vita.

Che è una vita nella quale è difficile non ritrovare un dettaglio di se stesse, ed è disarmante. Quando in un racconto trovi quella frase perfetta che pensi di aver detto o pensato proprio tu, quando l’autrice ti legge dentro e racconta parti di te allora vuol dire che il libro arriva, prepotente, ed incalzante. Perché quella protagonista senza nome sono io, e sei anche tu che stai leggendo, siamo tutte noi che almeno una volta ci siamo confrontate con le fragilità, che diciamocelo, sono dolorose e laceranti ma alla fine ricompongono. I temi trattati sono delicati ma vividi e sono affrontati con una modalità leggera ed intensa nel contempo che leggerli diviene quasi terapeutico, un viaggio introspettivo.

È una scrittura molto scorrevole, ironica divertente ma profonda e che riesce a trattare diverse tematiche attuali più che mai in maniera naturale. Dall’anoressia alle difficoltà di una mamma separata che deve riorganizzare la propria vita, anche sentimentale, fino ad arrivare alle problematiche legate alla fertilità. È avvincente, si desidera continuare a leggere quelle parole così cristalline, quegli episodi così verosimili, quelle emozioni così lancinanti.

Una donna che si costruisce è bellissimo ma una donna che rinasce è sublime.

Nulla per me è più appassionante di un libro che racconta ciò che è verosimile e lo fa talmente bene da sembrare una chiacchierata con un’amica davanti ad un bicchiere di vino bianco. Forse proprio durante la vigilia di Natale, scappando in cucina poco prima dell’apertura dei regali, quando la tensione della giornata scende e ciò che resta è l’intimità della propria famiglia.

Ecco è un racconto intimo, caldo, come una cioccolata bollente tra le mani ed un bel libro da leggere in un momento di relax, una domenica mattina. E magari il libro è proprio questo.

 

 

A cura di Barbara Aversa Pacifico

instagram.com/missparklingbooks

 

 

Stefania Nascimbeni


è milanese di origine, giornalista freelance dal 2004, collabora con importanti quotidiani e magazine. Come scrittrice esordisce nel 2009 con il saggio di costume 101 Motivi per cui le donne preferiscono gli stronzi, Newton Compton, subito un successo; nel 2010 pubblica diversi racconti per il mercato tedesco, contenuti nella raccolta Next Month, Chichilli Agency. Nel 2014 escono il romanzo Tutti pazzi per Gaia, Leggereditore (Fanucci) e la prima edizione e-book de I NO che fanno bene all’amore, in tiratura limitata; nel 2015 pubblica con un editore inglese una guida cittadina Expo and The City, JMendell Books, sia in italiano che in inglese, con uno splendido cameo introduttivo di Elio Fiorucci. Dal 2013 a oggi, Stefania Nascimbeni conduce un’iniziativa benefica, non-profit, per la valorizzazione della lettura-scrittura, intitolata “Natale con gli autori”, con la direzione artistica di Valeria Merlini.

 

Acquista su Amazon.it: