SERIE TV: BLOODLINE




Bloodline


È una serie televisiva statunitense creata da Todd A. Kessler, Glenn Kessler e Daniel Zelman per Netflix e prodotta da Sony Pictures Television.

Personaggi principali

 

 

Avete mai pensato a quanti segreti si nascondono in una famiglia?

A volte più le cose sembrano brillare, più sono sporche.

Inutile cercare di tirarle a lucido.

In Bloodline c’e’ questo e molto altro.

 

Lo sfondo, sono le bellissime isole Keys

I protagonisti

Qui, una ricca e potente famiglia (due genitori, tre figli), gestisce da anni un rinomato resort di lusso; case sulla spiaggia, feste, clima meraviglioso, una pace ben protetta per i loro ospiti. Adesso i genitori stanno invecchiando e i figli sono cresciuti e ormai fuori dal nido. Si sono costruiti una propria vita e una propria famiglia, hanno dei figli, un compagno, una compagna.

Tutti hanno dei progetti, una vita normale. Non dimenticano mai la loro famiglia d’origine e vivono nei paraggi, tornando sempre a celebrare e a supportare quei genitori cosi importanti. Un padre severo e una madre all’apparenza dolce ma in realtà molto risoluta, decisa a fare di tutto per proteggere le persone che ama. Tutti loro credono nei legami. In tutti, tranne in uno.

Nessuno crede in Danny, il quarto fratello. Il maggiore. E’ lui la pecora nera della famiglia. E’ stato cacciato via anni fa, e non vogliono più averci niente a che fare. A lui è legata la morte della giovane sorella, durante una sfortunata gita in barca. La colpa, per tutti, è solo la sua. Per questo a nessuno importa dove sia stato finora.
Ma Danny e’ stufo di vagabondare; vuole tornare a casa e vuole un pezzo di quella vita dorata tutta per se. Vuole i soldi, forse rivuole la sua famiglia. Anche a costo di rompere tutti gli equilibri.

Questa e’ la serie giusta se amate gli intrighi, i misteri, i silenzi forzati e le cose non dette, ma sopratutto se volete vedere che effetto possono fare le bugie e quanto possono diventare grandi, tanto da riuscire a costruire una verità alternativa in cui credere davvero.
In Bloodline, i cattivi diventano delle vittime e i buoni forse non lo sono poi così tanto.Da quando Danny farà ritorno a casa, le vite di tutti verranno rimesse in discussione, rovinate, scaraventate nell’abisso che fa più paura, quello della propria coscienza.

In un crescendo di avvenimenti – scatenati proprio dall’arrivo di Danny- la tensione salirà alle stelle e le azioni si faranno sempre più violente, subdole, ingiustificate. Tutti inizieranno a reagire con la scusa di proteggersi, o di limitare i danni, facendone di peggiori e rimanendo intrappolati in una torbida ragnatela, per sempre vittime di se stessi.

Bellissime le interpretazioni, il montaggio e le atmosfere.

Ma non fatevi ingannare dalle acque calme e rilassanti dell’oceano. Perché è proprio qui che il paradiso può diventare un inferno.


A cura di Cristiana Di Palma

Cristiana Di Palma è nata e vive a Roma. Dopo la raccolta di racconti “Red Junction”, “Dark room” è il suo secondo libro.



Translate »