Un marito fedele




Il tradimento secondo la Ekberg

Recensione di Antonia del Sambro


Autore: Anna Ekberg

Traduzione: Alessandro Storti

Editore: EditriceNord

Genere: Thriller

Pagine: 396

Anno di pubblicazione: 2018

 

 

 

 

 

 

Sinossi. Lui La aspetta nel buio, coi fari spenti e il motore acceso. Non appena la vede correre oltre la curva, Christian accelera, la investe, si ferma. Poi ingrana la retromarcia e passa di nuovo sopra il corpo della moglie. Deve essere sicuro di averla uccisa, altrimenti non sarà mai libero. Christian torna a casa, ma si rende conto che l’incubo non è finito. È appena cominciato.

 

 

Recensione

In una bella villetta in mattoni che si affaccia su uno dei fiordi più spettacolari della Danimarca si consuma l’ultimo atto della vita matrimoniale di Leonora e Christian, sposati da decenni e con un figlio che adorano, Johan. Proprio quest’ultimo, che ha combattuto con una malattia mortale fin da quando era bambino, per poi guarire e diventare l’orgoglio di entrambi i genitori, è suo malgrado la goccia che fa traboccare e finire un matrimonio ormai consunto e senza passione.

Nei lunghi anni della malattia, infatti, Leonora, brillante e dotatissima violinista, ha finito per lasciare tutto e dedicarsi solo a suo figlio, lottando indefessamente e contro tutto per strapparlo alla morte. Tutto questo le ha ridato Johan ma le ha tolto la sua esistenza lavorativa e ha distrutto il suo ruolo di moglie, o meglio di compagna e di amante di Christian.

E l’uomo, imprenditore edile ormai di successo, un bel giorno incontra un’altra donna più giovane, spensierata, passionale e bellissima e se ne innamora perdutamente.

Per un poco Christian soppesa ogni possibilità: rinunciare al suo matrimonio, alla donna che condivide la sua vita da anni, alla madre di suo figlio che ha sacrificato tutto per lui?

O ricominciare altrove, con un amore giovane e travolgente, una vita nuova di zecca?

Ma il Destino è crudele, e mentre l’uomo sta per prendere una decisione Leonora lo scopre a letto con l’amante e medita la vendetta più feroce: rovinargli la vita per sempre e se possibile mandarlo anche in prigione per frode fiscale.

Messo con le spalle al muro e impaurito dal ricatto di una moglie che non vuole affatto farsi lasciare senza conseguenze, Christian metterà in atto la più crudele delle efferatezze.

Scritto su due piani in cui la voce narrante dell’ex poliziotto che ha indagato sul crimine spiega a sua figlia tutta la dinamica dei fatti, Un marito fedele è la narrazione di una storia familiare con un epilogo tragico in cui tutti i personaggi si lasciano sopraffare dagli eventi senza avere la forza né la lucidità necessarie per riuscire a considerare le alternative che una vita rinnovata può offrire a tutti loro.

Gli autori, inoltre, sono bravissimi a rendere distruttivi e rinunciatari anche i personaggi minori della storia, come il vicino di casa, l’avvocato, le ex amiche di Leonora, la madre di lei e il padre che l’ha lasciata da piccola. In questa atmosfera di ripicche, abbandoni, rinunce, insoddisfazioni e appagamenti bugiardi e inappaganti, la tragedia che si consuma è dramma annunciato che il lettore segue passo passo e che prova a guardare non con gli occhi dei personaggi della storia ma con quelli di Holger, la voce narrante, l’uomo che ha amato e rispettato la moglie dal primo giorno che l’ha incontrata fino al suo ultimo respiro. Il marito fedele.

Il vero deus ex machina che rende il giallo di Ekberg ricco della suspense necessaria per consegnare a chi legge il più classico dei thriller nordici.

 

 

 

Anna Ekberg (Scheda Autore)


Anna Ekberg è lo pseudonimo con cui Anders Rønnow Klarlund e Jacob Weinreich hanno creato il fantastico thriller d’amore Den hemmelige kvinde (The Secret Woman). Un genere in cui le emozioni grezze sono mescolate alla suspense psicologica in una nuova, emozionante, combinazione. Anders Rønnow Klarlund ha precedentemente lavorato come regista e sceneggiatore. Ha fatto cinque film, tra i quali Strings, che è stato diffuso in tutto il mondo. Nel 2009 ha debuttato con il romanzo De hengivne. Jacob Weinreich vive a Copenhagen con sua moglie e tre figli. Ha scritto oltre 25 libri per bambini e giovani adulti, sceneggiature cinematografiche, drammi radiofonici, podcast e romanzi. Precedentemente hanno lavorato insieme sotto lo pseudonimo A.J. Kazinski e hanno pubblicato diversi romanzi best seller.